Us Open, Ecco la decisione definitiva del sindaco di New York



by   |  LETTURE 2865

Us Open, Ecco la decisione definitiva del sindaco di New York

Nonostante l’ATP ha confermato che gli Us Open si giocheranno, indicando come data di inizio la stessa che era stata calendarizzata prima dell’emergenza sanitaria dovuta alla pandemia da Covid-19, il numero di contagi che non sembra diminuire preoccupa non poco organizzatori e tifosi.

Negli ultimi giorni infatti, stavano circolando voci di una possibile cancellazione degli Us Open in considerazione del fatto che anche molti tennisti sembrano essere scettici sulla bontà dei protocolli di sicurezza che dovrebbero garantire lo svolgimento del torneo senza rischi di contagio.

Proprio per questo motivo molti tennisti hanno dichiarato la loro intenzione di non partecipare allo Slam di New York se i livelli di contagio non diminuiranno e persino Nadal e Djokovic hanno manifestato forti dubbi sulla loro partecipazione al torneo di Flushing Meadwos.

Tutte queste voci sono aumentate quando il sindaco di New York Bill de Blasio ha annunciato la cancellazione di tutti i grandi eventi in programma in città fino al trenta settembre. Con gli US Open in programma dal 31 agosto al 13 settembre, gli allarmi si sono immediatamente attivati ​​per una possibile cancellazione.

Ma la notizia bomba è stata subito disinnescata. Il Consiglio comunale della Grande Mela ha chiarito rapidamente, con una dichiarazione, che eventi come gli US Open non sarebbero stati influenzati da questa decisione, poiché sono strutturati e si svolgono in una posizione fissa.

Il sindaco di New York conferma che l'Us Open si giocherà

A far chiarezza definitivamente sulla questione ci ha pensato proprio il sindaco di New York Bill de Blasio, che ai microfoni della CNN, alla domanda se gli Us Open si disputeranno o saranno cancellati, ha risposto così: "Questo è uno dei numerosi eventi con attività sportive che si svolgeranno senza pubblico.

La gente dovrà vederlo in televisione, ma continueremo a mantenere la tradizione del torneo. Tennis e baseball torneranno a giocarsi. A questo punto, scongiurato ogni rischio sulla possibile cancellazione del torneo, resta da vedere se i giocatori più scettici si convinceranno a prendervi parte o il rischio di essere contagiati dal coronavirus avrà la meglio, provocando come inevitabile conseguenza l’assenza di tanti big da quello che sarà il secondo Major dell'anno.