US OPEN - Sara Errani riscrive una pagina di storia: battuta Venus Williams in un match straordinario

La romagnola sconfigge la giocatrice di casa al tie-break decisivo tra punti e magie spettacolari

by Luigi Gatto
SHARE
US OPEN - Sara Errani riscrive una pagina di storia: battuta Venus Williams in un match straordinario

Per Sara Errani gli Slam sono tutt’altra cosa rispetto ad altri tornei, considerando i risultati. Lo conferma la semifinale al Roland Garros, lo dimostra la vittoria a Wimbledon, seppur in doppio, e lo riconferma anche la vittoria di oggi, riscrivendo un’altra pagina di storia di un’enorme carriera, fatta di volontà e sacrifici, dimostrando che il dritto e il rovescio non sono tutto nel tennis.

Sarita vince non solo di testa questa partita, anzi, tutt’altro. Regala infatti punti spettacolari, conditi da tocchi a rete incredibili, sfoderando un gioco offensivo e fatto di coraggio, sull'Arthur Ashe, contro Venus Williams, arresasi per 6/0 0/6 7/6(5) dopo due ore di gioco, in uno dei match più belli degli ultimi mesi, alla faccia di chi dice che il tennis femminile è noioso (i colleghi dovrebbero apprendere molte cose di una giocatrice come la Errani).

I precedenti erano demoralizzanti per Sara, sotto per 3-0 senza vincere nemmeno un set. Pronti via ed è subito 3-0 pesante Errani, brava a sfruttare nel gioco di apertura due doppi falli dell'americana. E' una Sarita combattiva, forse più del normale, convinta di poter far il colpaccio, senza badare a chi ha di fronte, in quale stadio: attacca e viene a rete senza paura, non a caso proprio due voleè vincenti in entrambi i casi permettono alla Errani di strappare il servizio alla Williams, fallosa e poco attenta con la direzione dei colpi.

Tutte le difficoltà della giocatrice di casa si vedono, in modo particolare, nel quarto gioco, dove sbaglia una voleè comodissima, che le avrebbe fatto recuperare uno dei due break subiti. E' un affondo per Venus, la quale continua a subire i colpi della Errani, subito aggressiva fin dalla risposta.

Venus annulla i primi due set point con altrettante risposte vincenti, ma non può nulla al terzo. Qualche numero del set: è la 18esima frazione in cui la numero 20 del mondo subisce un bagel il primo per l'italiana.

Vedendo invece le statistiche del match, spiccano i 4 vincenti e 18 errori forzati della Williams, che ovviamente fa la differenza nel bene e nel male, contro una Errani che mette quasi sempre la prima, come i due turni precedenti.

Il secondo parziale però è di tutta un'altra storia. Com'è logico che sia lo stato d'animo della Errani è totalmente diverso da quello di inizio match, dove non si aspettava di certo di dare un bagel a Venus, contro cui non aveva mai conquistato più di tre game in una singola frazione nei tre precedenti.

Il primo game è tenuto a 30 dalla Williams, incoraggiata dal pubblico. Da un possibile momento di rottura del match, arriva la reazione dell'americana, che divora letteralmente il campo, tirando sciabolate in qualunque angolo.

Sotto 0-3, l'obiettivo di Sarita, deve essere quantomeno quello di far pedalare la Williams, non tanto per l'economia del set, dominato, ma per le sorti del match, visto la poca resistenza dell'americana, che soffre, come tutti sapete, della malattia di Sjogren.

Si va dunque al terzo, in una partita dalle due facce, per alcuni versi strana. Infatti, se prima i vincenti della Williams erano quattro, nel solo secondo set ne mette a segno 18, ribaltando i numeri.

Us Open Sara Errani Venus Williams
SHARE