TENNIS WORLD FOUNDATION, UNA MISSIONE CHE NASCE DAL CUORE


by   |  LETTURE 2318
TENNIS WORLD FOUNDATION, UNA MISSIONE CHE NASCE DAL CUORE

Quando ha messo piede in Africa per la prima volta, Federico Coppini non immaginava in che misura sarebbe cambiata la sua vita. Certo, il Sudafrica è ben diverso dall'Italia, dalla sua Ferrara, ma certe esperienze lo hanno portato a riconsiderare le sue priorità. Tutto è iniziato per caso, quando ha preso a dare qualche lezione di tennis nel sobborgo di Kayamandi, non troppo distante da Città del Capo.

Si è reso conto che poteva fare qualcosa di importante per bambini poveri, lontani dal più elementare senso di civiltà.

Quando ha capito che il tennis – unito alla sua figura – poteva rappresentare qualcosa di bello, si è posto delle domande. Le risposte hanno acceso sentimenti importanti, il desiderio irrefrenabile di cambiare la situazione di povertà a cui sono condannati tanti, troppi bambini. Per riuscirci ha creato la Tennis World Foundation, fondazione benefica che utilizza il tennis come strumento per fornire le basi morali affinché i ragazzini non cadano nelle tentazioni negative offerte dalla povertà. A quell'età, i bambini hanno bisogno di esempi e protezione. In determinati contesti sociali, le gang criminali sono la via più facile per soddisfare certe esigenze.

Al contrario, Tennis World Foundation fornisce un percorso sicuro tramite uno sport popolare come il tennis. Popolare, ok, ma non così diffuso in certe zone. Per questo, la sfida di Coppini è ancora più complessa e affascinante.

Grazie alla collaborazione con diverse scuole (di recente è partito un interessante progetto in Tanzania), Tennis World Foundation ha iniziato a perseguire obiettivi importanti. Sullo sfondo c'è il sogno di costruire un campione di tennis, ma gli obiettivi concreti – a cui possono aspirare i tanti bambini del progetto – riguardano una vita serena, un importante sviluppo personale e magari la possibilità di accedere a una borsa di studio.

Con uno staff di maestri preparati e motivati, Coppini ha creato la struttura per provare a raggiungere il suo obiettivo.

Come è normale, prima di raggiungere un sogno bisogna superare degli ostacoli. In un continente come l'Africa, le difficoltà sono soprattutto di natura economica.

Pur avendo risorse per aiutare circa 600 bambini, Tennis World Foundation non si vuole accontentare. Per sognare in grande, tuttavia, ci vuole sempre più denaro. Non è facile ottenerlo, allora bisogna ingegnarsi. Coppini ha trovato un sistema fantastico, il migliore possibile perché non chiede un esborso diretto (fermo restando che, naturalmente, è possibile effettuare offerte tradizionali): e allora, da qualche settimana, è nato Tab Tennis Foundation. Un sistema semplicissimo, che richiede la semplice installazione di un estensione o, se usi Safari, mettere come pagina di defoult www.tabtennisfoundation.org/newtap sul proprio computer (portatile o fisso). Effettuata l'operazione, ogni volta che si apre una nuova tab sul proprio browser arriva un piccolo aiuto per Tennis World Foundation e, di conseguenza, ai bambini coinvolti nel progetto.

La cosa è partita un po' a rilento: molti stanno facendo i complimenti a Coppini per la bontà dell'iniziativa, ma non tutti si sono attivati concretamente.
Non bisogna fare nulla, poiché il sistema è automatico. Al massimo, chi aderisce al progetto può diffondere la voce ad amici e conoscenti.

Dare una mano a Tennis World Foundation è respiro per l'anima, balsamo, e fa venire voglia di restare sempre informato sullo stato delle attività (garantito da Coppini con tempestività e trasparenza), andando a letto ogni sera con la consapevolezza di aver fatto qualcosa di buono. Quanto a Federico Coppini, è impossibile non ammirare la sua tenacia e la voglia di non arrendersi di fronte alle difficoltà. Magari ci vorrà un po' di tempo, ma con uno spirito del genere non c'è dubbio che raggiungerà i suoi obiettivi. Soltanto allora si potrà dire che la storia di Tennis World Foundation sarà giunta al suo compimento.