Nick Kyrgios rinuncia alle Olimpiadi: le motivazioni



by   |  LETTURE 12027

Nick Kyrgios rinuncia alle Olimpiadi: le motivazioni

Tornato sul circuito per la prima volta dagli Australian Open 2021, il ventiseienne Nick Kyrgios ha superato Ugo Humbert e Gianluca Mager prima di ritirarsi durante il terzo turno di Wimbledon, impegnato nella sfida contro il giovane canadese Félix Auger-Aliassime.

Ex numero 13 del mondo, Kyrgios ha raggiunto i quarti di finale a Londra nel 2014, quando riuscì a sconfiggere Rafael Nadal in quattro set prima di perdere contro Milos Raonic.

Kyrgios assente in Giappone

Nick, che non ha mai preso parte ad un’edizione dei Giochi Olimpici, ha fatto sapere recentemente tramite i propri account social di rinunciare anche a Tokyo 2020: “Hey ragazzi”, ha scritto su Twitter, “volevo solo dirvi che ho deciso di cancellarmi dalle Olimpiadi.

È una decisione che ho preso con difficoltà. Rappresentare l’Australia ai Giochi era il mio sogno e sono consapevole della possibilità di non poter più godere di questa occasione. Ma conosco anche me stesso.

Il pensiero di competere di fronte a degli stadi vuoti non fa per me. Non ha mai fatto per me. Non vorrei nemmeno togliere la possibilità ad un atleta australiano in forma, pronto a rappresentare il Paese. Mi prenderò anche tutto il tempo per far tornare il mio corpo in salute.

In bocca al lupo a tutti gli Australiani impegnati nel torneo, ci vediamo presto sul campo”. Kyrgios ha vinto il suo ultimo titolo ATP – il sesto della carriera – a Washington nel 2019, quando sconfisse il russo Daniil Medvedev con un doppio 7-6 in finale.

Nick ha fatto i quarti in un evento del Grand Slam anche agli Australian Open di sei anni fa, quando venne fermato da Andy Murray in tre set. Oggi al 60° posto del ranking ATP, il talento australiano occupa attualmente il 134° gradino della classifica Race to Turin, davanti ad Hugo Gaston e dietro a Blaz Rola.

L’ex numero uno del mondo Roger Federer è stato sorpreso nei quarti di finale di Wimbledon dal polacco Hubert Hurkacz in tre set. Il torneo femminile vedrà Ashleigh Barty e Karolina Pliskova contenersi il titolo.

Photo Credit: Sky Sport