Polemiche in Australia per un nuovo riconoscimento a Margaret Court



by   |  LETTURE 1852

Polemiche in Australia per un nuovo riconoscimento a Margaret Court

L’australiana Margaret Smith Court è sicuramente una delle tenniste più forti nella storia del nostro sport: suo il record del maggior numero di trofei del Grand Slam conquistati in carriera in singolare (24), oltre a quello del maggior numero di titoli vinti a Melbourne (11).

Fortissima anche in doppio, in questa specialità si è aggiudicata 19 Major, oltre ai 21 in doppio misto. Tuttavia, l’ex campionessa ha fatto spesso parlare di sé per le sue dure posizioni contro l’omosessualità, da lei considerata un abominio agli occhi di Dio.

Margaret Smith premiata ancora in Australia

Il prossimo martedì, in occasione dell’Australia Day, Margaret verrà insignita del titolo di ‘Compagno nella Divisione Generale dell’Ordine dell’Australia’ (‘Companion in the General Division of the Order of Australia’, in inglese).

Daniel Andrews, attuale premier dello Stato del Victoria, ha dichiarato: “Non sono io a consegnare questi premi. Non è un mio problema, ma di altri. Dovreste parlare con loro se volete sapere il motivo per cui queste idee – irrispettose, dolorose e che costano delle vite umane – debbano essere premiate”.

Poco più tardi, Andrews ha ribadito su Twitter: “Non voglio concedere alcuno spazio alle idee vergognose e bigotte di questa persona. Ma quando altre persone insistono a volerle premiare con il riconoscimento più alto della nazione, allora vale la pena di ripetere una cosa: le vittorie nei tornei del Grand Slam non ti danno diritto a vomitare odio e a creare divisioni”.

Invece, il leader dell’Opposizione Anthony Albanese ha scritto sui propri canali social: “Margaret Court è già stata premiata per il suo valore nel tennis. E’ già un’Ufficiale dell’Ordine dell’Australia.

Credo sia chiaro a tutti che renderla adesso un Compagno dell’Ordine non abbia niente a che vedere col tennis”. Già da tempo, numerosi tennisti e tifosi chiedono con insistenza che la Margaret Court Arena degli Australian Open venga ribattezzata in onore di Evonne Goolagong, campionessa in quattro occasioni a Melbourne.