Andy Roddick attacca Kiki Mladenovic per i suoi commenti contro gli Us Open



by   |  LETTURE 1488

Andy Roddick attacca Kiki Mladenovic per i suoi commenti contro gli Us Open

Solamente qualche ora fa, la tennista transalpina Kiki Mladenovic ha fortemente criticato la direzione degli Us Open, colpevole – a detta sua – di trattarla come una vera e propria prigioniera all’interno dell’area sportiva, poiché entrata in contatto con un giocatore (il connazionale Benoit Paire) risultato successivamente positivo al test di Covid-19.

Kiki ha perso il suo incontro di secondo turno contro la russa Varvara Graceva, dopo aver avuto a disposizione ben quattro matchpoint.

Il duro commento di Roddick

L’americano Andy Roddick, 38 anni compiuti solamente una settimana fa, si è ritirato dalle competizioni nel 2012.

A New York ha trionfato ormai nel lontano 2003, ma nel suo palmarès vanta anche tre finali disputate a Wimbledon, tutte perse contro lo svizzero Roger Federer. Lo statunitense ha risposto su Twitter ai commenti della Mladenovic, affermando che i prigionieri ed i criminali certo non hanno la possibilità di disputare un torneo del Grand Slam e ricordando l’importanza di tutti i protocolli di sicurezza, che hanno reso di fatto possibile lo svolgersi dell’evento.

“Purtroppo, c’è una mancanza di oggettività sotto questo punto di vista”, ha concluso il campione di Omaha. Non soddisfatto, Andy si è quindi rivolto direttamente a Benoit Paire, il quale ha definito quella di New York una ‘falsa bolla’: “Direi che questa falsa bolla ha superato con successo un enorme evento internazionale.

Spero che il Paire French Open abbia altrettanta fortuna”, ha affermato con ironia l’ex numero uno del mondo. Infine, Roddick non ci ha pensato due volte a rivolgere due paroline anche al tedesco Alexander Zverev, che negli scorsi giorni ha lamentato una scarsa comunicazione da parte degli organizzatori dello Slam nei confronti dei giocatori: “Direi che Zverev (di cui io sono un fan) sia l’ultima persona a dover criticare il modo in cui le persone si comportano durante il Covid”.

Il riferimento è ovviamente ad un noto episodio avvenuto qualche mese fa, quando il tennista di Amburgo ha violato il proprio periodo di isolamento per prendere parte ad una festa allestita senza alcuna misura di protezione contro il Coronavirus.