Ancora polemiche su Margaret Court: nuovo duro attacco agli atleti trans


by   |  LETTURE 2236
Ancora polemiche su Margaret Court: nuovo duro attacco agli atleti trans

Nuove polemiche attorno all'ex grande campionessa Margaret Court. L'ex tennista australiana, vincitrice di 24 prove del Grande Slam di singolo e ben 64 prove del Grande Slam (in complessivo), ha nuovamente attaccato e condannato gli atleti transgender.

Nella stessa intervista ha poi criticato i media ed il governo sostenendo che fossero forze guidate dal diavolo. A ridosso dell'Australian Open la tennista ha ricevuto tante critiche e ha parlato cosi nel corso di un sermone nella sua chiesa.

Ecco le sue dichiarazioni: "I bambini stanno prendendo la decisione di cambiare sesso a soli 7-8 anni, basta leggere la Bibbia e la genesi per capire quello che dico. Come sesso esistono solo maschio e femmina. Poi a quell'età è ancora più sbagliato perché i bambini non capiscono ancora quello che sono"

L'ex tennista ha poi affermato che una situazione del genere potrebbe creare forti problemi soprattutto negli sport femminili con atleti a 17 anni che assumono ormoni ed hanno grossi cambiamenti. Margaret Court ha poi criticato i media ed il Governo sostenendo che il "Diavolo" vuole controllare queste cose: "Il Diavolo entra in politica, nei media, nell'istruzione ed in TV.

Vuole controllare le nazioni in modo da influenzare la mente delle persone" Già nel 2017 la Court commentò in malo modo l'omosessualità di Billie Jean King e Martina Navratilova. Per questo motivo fu chiesto che la "Margaret Court Arena" agli Australian Open fosse spogliata del suo nome, ma la richiesta non fu poi approvata.