Il segreto di Matteo Berrettini? La pasta!


by   |  LETTURE 2304
Il segreto di Matteo Berrettini? La pasta!

Ogni giocatore di tennis ha delle superstizioni: come non pensare al preciso e meticoloso collocamento ai cambi di campo delle bottigliette d’acqua di Rafael Nadal? Allo stesso modo, anche il semifinalista degli Us Open Matteo Berrettini sembra averne una in particolare, ma fuori dal campo: il ristorante ‘Via della Pace’ nell’East Village di New York, dove il tennista romano mangia ormai regolarmente dall’inizio del torneo.

Qui, oltre a Matteo, sono transitati nelle ultime due settimane anche Thomas Fabbiano e Paolo Lorenzi. “Sono di Roma”, aveva detto Berrettini all’intervistatore di ESPN qualche giorno fa, “quindi la carbonara … beh, forse non dovrei dirlo, ma sarà davvero un piatto molto pesante”.

Tuttavia, a Berrettini pranzare nello stesso locale non deve essere sembrato sufficiente: per questo ha portato direttamente sugli spalti di Flushing Meadows anche uno dei proprietari di ‘Via della Pace’, quell’ormai famoso Giovanni Bartocci così tante volte inquadrato nel match contro Gael Monfils.

“E’ incredibile”, ha detto di lui Berrettini. “Stava urlando sin dal riscaldamento. E’ un ragazzo speciale, pronto a sostenerti e a farti ridere, è un personaggio. Devi conoscerlo davvero. Mi ha inviato un messaggio [sabato] e ha fatto ‘Credi ci sia la possibilità per me ti prendere un biglietto?’ e io gli ho detto ‘Sei nel mio box, non ti preoccupare’”.

Secondo Bartocci, il proprio locale ha la capacità di aiutare gli italiani nel torneo a rilassarsi: “E’ un ristorante molto accogliente, niente di speciale. Vengono qui e si sentono come a casa. E’ quello che a Berrettini serve per giocare alla grande”.

Inutile dire che Bartocci supporterà Berrettini anche nel super match contro il numero 2 del mondo Rafael Nadal: “Per gli immigrati negli Stati Uniti vedere qualcuno che difende i tuoi colori è incredibile”.

CLICCA QUI PER IL LIVESCORE DELLE SEMIFINALI DEGLI US OPEN