Stan Wawrinka durissimo contro ATP e...Djokovic


by   |  LETTURE 22619
Stan Wawrinka durissimo contro ATP e...Djokovic

Stan Wawrinka esce allo scoperto con una dura lettera inviata al Times, in cui si espone pesantemente sul caso Gimelstob: "I miei compagni del player council non avrebbero mai dovuto essere messi nelle condizioni di decidere se Justin avesse dovuto restare in carica o meno.

È compito dei rappresentanti del consiglio di amministrazione dare l'esempio e proteggere i giocatori. Sarebbe stato il Board ATP a dover gestire immediatamente questa controversia, invece hanno vergognosamente votato a dicembre perchè Justin continuasse a svolgere i suoi compiti.

Molti giocatori pensano di non essere stati rappresentati correttamente negli ultimi mesi, durante i quali sono accadute diverse cose sul piano politico. Sono d'accordo con loro. Non voglio essere associato a nessuno che abbia avuto un ruolo in questo, per non parlare di essere rappresentato da loro.

Voglio essere rappresentato da persone con valori etici chiari e forti " Ma la dura critica del 3 volte campione Slam non finisce qui. Il 34enne svizzero ha infatti nominato apertamente Novak Djokovic parlando dell'argomento Kermode, CEO ATP in uscita: "La decisione di porre fine al regno di Kermode ha sconcertato molti giocatori perché, sotto la sua guida dal 2014, il tour ha registrato un aumento dei prize money e una crescita commerciale", ha dichiarato Wawrinka, "Roger Federer e Rafael Nadal hanno espresso le loro preoccupazioni per la mancanza di consultazione da parte di Novak Djokovic, che come presidente del consiglio del giocatore era un alleato di Gimelstob nella trama per rimuovere Kermode"

Non è ancora chiaro chi sarà il prossimo CEO dell'ATP (Kermode uscirà di scena a fine 2019): per quanto riguarda Gimelstob, invece, il nuovo rappresentante dei giocatori nel Board ATP sarà eletto a Roma il 14 maggio.