Alison Van Uytvanck fa coming out: "Essere omosessuali non è una malattia"



by   |  LETTURE 7254

Alison Van Uytvanck fa coming out: "Essere omosessuali non è una malattia"

Fa coming out Alison Van Uytvanck, tennista belga numero 50 del mondo. In un'intervista in uno show televisivo di sport lo scorso weekend, Van Uytvanck ha rivelato di essere impegnata in una relazione sentimentale con Greet Minnen, anch'essa tennista ma fuori dalle prime 1000 del mondo. Tra le due ci sono 3 anni di differenza (Van Uytvanck ne ha 23, Minnen 20).

"Non lo considero un problema. Mi rende felice - ha detto Van Uytvanck -. Presto vivremo insieme. Siamo super felici e questo è ciò che mostreremo al mondo. Nessuno deve giustificare perché si è lesbiche o gay, non è una malattia. Siamo molto aperte nella nostra relazione e i miei genitori ne sono orgogliosi, il che è importante perché mi fa sentire bene".

Vuole dire no ai pregiudizi e al bullismo Van Uytvanck, che ha raggiunto i quarti di finale al Roland Garros nel 2016. "Ora vado dai ragazzini e dico 'niente bullismo' e mi confronto con chi ha reso la mia vita così difficile in modo che possano capire il dolore che ho sopportato".

Nel mondo del tennis a settembre Johanna Larsson ha rivelato la sua omosessualità, mentre quest'anno Conny Perrin e Tara Moore hanno rivelato che presto si sposeranno.