Mikhail Kukushkin: "Giocatori e tifosi fanno battute su mia moglie-coach"


by   |  LETTURE 3506
Mikhail Kukushkin: "Giocatori e tifosi fanno battute su mia moglie-coach"

Mikhail Kukushkin è uno dei pochi giocatori del circuito ATP ad essere allenato da una donna, in questo caso la moglie Anastasia. Tra i tennisti di elite, soltanto Andy Murray si è unito a una figura femminile, Amelie Mauresmo, tra il 2014 e il 2016, mentre Denis Istomin è attualmente allenato dalla mamma.

Nel caso di Kukushkin, Anastasia lo ha iniziato a seguire nel circuito nel 2009, un rapporto lavorativo e non che si è consolidato ancora di più nel 2011 col matrimonio. Mikhail è nato a Volgograd, Russia, ed è diventato un cittadino kazako nel 2008.

"Non so perché il mondo del tennis non capisca che una donna possa essere una brava allenatrice - ha detto in una recente intervista -. Mia moglie è un'ex giocatrice. È andata a un'università sportiva per diventare coach.

Quanti allenatori uomini hanno questo tipo di istruzione? Non molti". Purtroppo la mentalità dell'ambiente tennistico e non, è per certi versi arretrata: "Sento ogni giorno le battute che fanno dietro di me i giocatori, gli allenatori e i tifosi.

A volte cerco di spiegare che questo non è uno scherzo. Poi ci lascio stare. A me non importa ma per mia moglie è difficile. Ecco perché non le piace stare in campo molto. Lavoriamo tanto nella off-season e tra un torneo e l'altro, ma a volte è difficile.

Se non fosse per lei, non sarei dove sono. Tanti allenatori nel circuito si iscrivono soltanto, lanciano qualche palla, dicono 'bel colpo', si prendono lo stipendio e vanno avanti. Il problema grande è trovare qualcuno che si interessi.

Sono contento della nostra collaborazione". Ha ambizioni importanti Kukushkin: tra queste rientra sicuramente la top 50, che ha raggiunto nel 2015 al numero 46: "Sono stato lì prima. La cosa principale è non avere infortuni e giocare una stagione completa".