Sara Errani wild card ad Auckland. Karl Budge: "WTA contenta nel vederla"


by   |  LETTURE 2791
Sara Errani wild card ad Auckland. Karl Budge: "WTA contenta nel vederla"

Sarà un inizio di stagione interessante per Sara Errani. In attesa di conoscere la sentenza finale del TAS sul caso doping, la tennista romagnola continua a giocare e ha ricevuto una wild card per il tabellone principale del WTA di Auckland, in programma dall'1 al 6 gennaio.

Errani, ex numero cinque del mondo, è precipitata intorno al numero 270 dopo la squalifica, ma da ottobre ad oggi ha inanellato alcuni ottimi risultati (l'ultimo la semifinale dell'ITF di Dubai) che l'hanno riportata in 143ma posizione.

Il direttore del torneo neozelandese Karl Budge non crede che sia ingiusto dare un invito a una giocatrice che ha precedenti di doping, un argomento di cui tanto si è parlato con Maria Sharapova. "La WTA è molto contenta nel vederla giocare e anche noi lo siamo".

Budge sapeva dell'interesse di Errani per Auckland, ma a lei aveva preferito comprensibilmente la due volte campionessa Slam Victoria Azarenka, costretta a rinunciare per problemi personali: "Ci sono giocatrici su cui puoi puntare se hai scoperta una wild card all'ultimo minuto.

Sara voleva giocare singolo e doppio qui, e quattro settimane fa abbiamo parlato della possibilità di darle wild card, ma allora non potevo prometterle nulla. È stata tra le prime 10 per tanto tempo, quindi sarà dura da battere.

Non sarà testa di serie, quindi non sappiamo dove capiterà. Vorrei che fosse la prima avversaria dell'anno di Caroline Wozniacki o Agnieszka Radwanska".