Accusato di omicidio, l´ex coach di Robin Haase si dichiara innocente


by   |  LETTURE 1040
Accusato di omicidio, l´ex coach di Robin Haase si dichiara innocente

Mentre il suo ex allievo Robin Haase a Wimbledon giocava contro Schwartzman a Wimbledon, a migliaia di km di distanza, a Utretch in Olanda, Mark de Jong, accusato di omicidio nei confronti del milionario Koen Everink, era in tribunale per mostrare la sua innocenza.

Everink, amico sia di Haase che di De Jong, era molto attivo nel circuito ATP, seguiva i giocatori olandesi e socializzava con loro. Il suo presunto omicidio è accaduto ad inizio marzo e diverse settimane dopo De Jong è stato arrestato all'aeroporto di Schipol ad Amsterdam mentre tornava da un torneo con Haase.

"Mi dispiace, non voglio parlare del caso" - ha detto Haase, che ha avuto un anno complicato anche a causa delle accuse di partite truccate da parte di BuzzFeed. Secondo i giudici De Jong giocava spesso al casino e doveva circa £67.000 Everink, il cui orologio è stato trovato pieno di sangue nella causa della sorella di De Jong.

L'ex coach di Haase però si è dichiarato innocente, aggiungendo che era stato rapito da qualcuno che ha poi ucciso Everink.