Daniel Evans multato per mancanza di impegno, ma alla fine vince il match !


by   |  LETTURE 1711
Daniel Evans multato per mancanza di impegno, ma alla fine vince il match !

Il giocatore britannico Daniel Evans, attualmente fuori dai primi 700 ATP dopo essere stato fermo diversi mesi per infortunio, ma con un best ranking di 123 ATP, raggiunto poco più di un anno fa, ha sconfitto ieri nel secondo turno delle quali di Wimbledon il tedesco Matthias Bachinger per 6-4 0-6 7-5.

Il giocatore di Birmingham, però, ha ricevuto un warning nel secondo set a causa del poco impegno profuso durante la frazione, nella quale non è riuscito a vincere neanche un gioco. Da sempre definito il "bad boy" del tennis britannico, Daniel ha perso il secondo set in soli 19 minuti.

In accordo con la sezione 6 del Rule Book dell'International Tennis Federation per i tornei del Grand Slam, "un giocatore deve sforzarsi al massimo per vincere un match quando compete in un torneo dello Slam. La violazione di questa sezione comporta una multa di 20.000 $ (£12.750) al giocatore, per ogni singola violazione".

Evans, dopo la partita, ha detto al Dailymail che era tutt'altro che d'accordo con il giudice di sedia, dicendo che da parte sua non c'era assolutamente stata una mancanza di impegno e che il warning è arrivato dopo una palla corta mal eseguita.

Daniel è a solo una vittoria dal main draw di Wimbledon: affronterà infatti più tardi nell'ultimo turno delle qualificazioni il giapponese Yuichi Sugita, 149 ATP. Il britannico si è già garantito, raggiungendo il 3° turno di quali, ben 14.500 £, e guadagnerebbe ben 29.000 £ nel caso in cui battesse il tennista nipponico.