Mondo Challenger - Tiafoe beffa Caruso in finale a Parma. Alcaraz da record



by   |  LETTURE 4189

Mondo Challenger - Tiafoe beffa Caruso in finale a Parma. Alcaraz da record

Con circa ventiquattro ore di ritardo sulla tabella di marcia, il Challenger di Parma ha incoronato Frances Tiafoe. Dopo essersi vendicato di Lorenzo Musetti al secondo turno (in una delle partite del torneo) il ventiduenne statunitense ha annotato sul taccuino delle vittime anche Filippo Baldi, Federico Delbonis e Salvatore Caruso.

Il numero uno del seeding - che non era riuscito a superare il taglio del primo turno sulla terra di Bois de Boulogne - ha contenuto con tigna il tentativo di rimonta del tennista azzurro nel cuore del match, ha recuperato un break di svantaggio nel corso del terzo e ha chiuso con un parzialotto di 8-3.

Fissando di fatto il successo sul 6-3 3-6 6-4. "È stata una settimana intensa. Sin dall’inizio avevo in testa un solo obiettivo, vincere il torneo. Sono davvero felice di esserci riuscito in questo modo. Ovviamente spero che questo sia un nuovo punto di partenza per ritrovare una buona classifica.

Adesso mi godo il successo e poi mi concentrerò sul torneo in Sardegna. Voglio anche dire che questo torneo stato organizzato alla perfezione. Mi sono sentito a casa sin dal primo giorno, le persone mi hanno trattato con enorme rispetto.

Senza dimenticare la qualità del cibo: mi sono innamorato di Parma” ha spiegato con un sorriso lo statunitense dopo il sesto successo nel circuito minore (il quinto a livello Challenger) in carriera.

Alcaraz continua a macinare record

Nel giorno del ventesimo successo Slam di Rafa Nadal, il tredicesimo sulla terra di Bois de Boulogne, il diciassettenne Carlos Alcaraz ha vinto il secondo titolo in carriera a livello Challenger a Barcellona.

Un segno del destino? Chi lo sa. Fatto sta che a diciassette anni e cinque mesi il talentuosissimo allievo di Juan Carlos Ferrero è diventato il quinto giocatore più giovane della storia a centrare un obiettivo del genere.

Davanti a lui solo Richard Gasquet, Felix Auger Aliassime, Bernard Tomic e, manco a dirlo, Nadal. Dietro, tanto per intenderci, troviamo gente come Novak Djokovic e Juan Martin del Potro. Alcaraz dopo un torneo faticosissimo ha sconfitto in finale (e in rimonta) Damir Dzumhur con un emblematico 4-6 6-2 6-1. Photo Credit: Getty Images