Challenger Forlì - Lorenzo Musetti non si ferma più, primo titolo a 18 anni



by   |  LETTURE 2512

Challenger Forlì - Lorenzo Musetti non si ferma più, primo titolo a 18 anni

Il Challenger di Forlì ha incoronato uno strepitoso Lorenzo Musetti, che ha dimostrato (semmai ce ne fosse stato bisogno) che l’exploit agli Internazionali d’Italia la settimana scorsa non è destinato a rimanere un caso isolato.

La giovane promessa azzurra, in tabellone grazie ad una wild card e alla sua prima finale a questo livello, ha superato il brasiliano Thiago Monteiro grazie allo score di 7-6(2) 7-6(5) festeggiando il suo primo titolo in carriera a 18 anni.

Lorenzo ha evidenziato una tenuta mentale incredibile nei momenti decisivi della partita, nonostante il suo avversario fosse molto più esperto su questi palcoscenici. Fondamentale l’apporto del servizio nell’economia del match, con Musetti che ha messo in campo il 78% di prime e ha ottenuto il 67% di punti con la seconda (contro il 39% del suo rivale).

È incredibile pensare come il tennista di Carrara fosse situato al numero 249 ATP solo due settimane fa, mentre da domani si isserà al numero 138 suggellando un balzo di 111 posizioni.

I numeri di Musetti nelle ultime due settimane

Tra Roma e Forlì, il Next Gen italiano ha sconfitto ben sei Top 100: Stan Wawrinka, Kei Nishikori, Frances Tiafoe, Andreas Seppi, Lloyd Harris e infine Thiago Monteiro.

“È un sogno che si avvera. Già l’anno scorso ci ero andato vicino a Milano e quest’anno a Trieste, fermandomi sempre in semifinale. A Forlì mi sono sentito a mio agio sin dal primo giorno.

Credo di essermela meritata questa vittoria, la dedico alla mia famiglia e al mio team” – ha dichiarato un raggiante Musetti. “Nel circuito ATP non sono ancora nessuno, sto giocando molto bene e ho battuto tanti Top 100 nelle ultime due settimane.

Ho sempre avuto le qualità tecniche per giocarmela con tutti, mi mancava qualcosa dal lato fisico e mentale. Devo continuare a crescere senza fretta. Il prossimo obiettivo è entrare in Top 100 entro la fine della stagione” – ha aggiunto.

Da sottolineare anche l’ottimo torneo di Andrea Pellegrino, che ha raggiunto la semifinale sfiorando l’impresa proprio contro Monteiro (6-4 4-6 6-1). Una settimana incoraggiante da cui ripartire.