Challenger e Futures - Gaio convincente in Francia, male Cecchinato e Mager



by   |  LETTURE 1404

Challenger e Futures - Gaio convincente in Francia, male Cecchinato e Mager

Nel Challenger di Aix-en-Provence, in Francia, Federico Gaio è stato il migliore degli azzurri presenti in tabellone. Il 28enne faentino aveva realizzato una straordinaria impresa al debutto eliminando la prima testa di serie Gilles Simon con il risultato di 7-5 6-2.

La fiducia acquisita all’esordio ha permesso al numero 132 ATP di sbarazzarsi anche del qualificato svedese Elias Ymer grazie a un periodico 6-4. Gaio non è purtroppo riuscito a ripetersi nei quarti contro il cileno Alejandro Tabilo, semifinalista a Cordenons, che si è imposto 4-6 6-2 6-4 al termine di una battaglia senza esclusione di colpi.

Il sudamericano aveva estromesso altri due azzurri lungo il cammino, Roberto Marcora e Marco Cecchinato. Il tennista di Busto Arsizio ha incassato un doppio 7-5 al primo turno, mentre il siciliano si è arreso 6-3 7-6(5) evidenziando una condizione ancora lontana dal 100%.

Il semifinalista del Roland Garros 2018 aveva illuso tutti demolendo l’egiziano Safwat, ma al secondo turno ha pagato a carissimo prezzo l’eccessivo numero di errori gratuiti. Ci aspettava qualcosa in più anche da Gianluca Mager, terzo favorito del seeding, che si è fatto sorprendere dal brasiliano Thiago Seyboth Wild in due set equilibrati (6-3 7-5).

Il sanremese andrà a caccia del riscatto già nelle prossime settimane.

Agamenone stupisce in Romania

Nell’ITF di Bucarest (Romania), c’è da segnalare la bellissima cavalcata di Franco Agamenone, autore di una settimana dir poco fantastica in termini di rendimento.

Il giocatore nostrano si è spinto fino all’ultimo atto, un risultato davvero notevole considerate le aspettative della vigilia. Agamenone ha liquidato la seconda testa di serie Thomaz Bellucci al primo turno, sfruttando anche le non perfette condizioni fisiche del brasiliano.

Stesso destino è toccato al padrone di casa Vanta, che ha racimolato appena tre game nonostante il sostegno incessante del pubblico amico. Franco non ha lasciato scampo nemmeno a Droguet e Jianu, presentandosi in grande forma all’appuntamento con Timofei Skatov. Il kazako ha fatto valere la sua maggiore esperienza aggiudicandosi il titolo con un duplice 6-4.