Challenger Todi: Seppi, Travaglia, Mager e Delbonis le stelle



by   |  LETTURE 649

Challenger Todi: Seppi, Travaglia, Mager e Delbonis le stelle

L’Italia sarà l’assoluta protagonista della ripartenza del circuito Challenger. Saranno sei i tornei che si giocheranno nel nostro Paese: Todi, Trieste, Cordenòns, Parma, Forlì e Biella. Gli Internazionali di Tennis Città di Todi, in particolare, sanciranno la ripartenza ufficiale del circuito internazionale a partire da sabato 15 agosto.

Dopo il successo dei Campionati Italiani Assoluti, vinti dal numero 46 del ranking mondiale Lorenzo Sonego, Todi si prepara quindi ad ospitare un altro grandissimo evento che vedrà la partecipazione di alcuni dei migliori tennisti.

Gli organizzatori del torneo hanno diffuso l’entry list del torneo ed hanno espresso tutto il proprio orgoglio per essere riusciti a mettere su un parco giocatori di tutto rispetto e che non ha nulla da invidiare a molti tornei ATP 250.

L'entry list di Todi ed il grande tennis che riparte dall'Italia

Sei top 100 si daranno battaglia a Todi. Si tratta di Federico Delbonis, Gianluca Mager, Stefano Travaglia, Andreas Seppi, Roberto Carballes Baena e Salvatore Caruso.

Ma non è finita qui, perché gli altri giocatori che andranno a completare il main draw sono tutti nomi che i grandi appassionati di tennis non avranno difficoltà a ricordare. Marco Cecchinato, semifinalista al Roland Garros nel 2018, ha fissato importanti obiettivi per il proseguo della sua carriera: il primo sarà proprio vincere il torneo di Todi.

Anche Paolo Lorenzi, uno dei tennisti italiani più amati dai fan, e Pedro Sousa si presteranno ai nastri di partenza con l’intenzione di rubare la scena agli illustri colleghi( entry list completa) . Sarà della partita anche Roberto Marcora, che sta vivendo il momento migliore della sua carriera ed è pronto a stupire tutti.

“Il livello dell’entry list è impressionante” , ha dichiarato l’azzurro al sito ufficiale del torneo. “Sembra un torneo ATP, ma da un certo punto di vista me lo aspettavo. Quella settimana ci sono solo due tornei in tutto il mondo, il montepremi è alto e gli sforzi di MEF Tennis Events, che è riuscito a farlo diventare ATP Challenger 100, saranno ripagati.

Sono stati bravissimi a sfruttare l’occasione, ricordo che se ne parlava già durante i Campionati Italiani Assoluti. Sarà una guerra, mi aspetto anche risultati particolari considerando la lunghissima pausa dell’attività internazionale: è una situazione inedita per tutti, sarà avvantaggiato chi riuscirà ad entrare in campo con la giusta attitudine mentale” .