Il Challenger di Canberra si sposta a Bendigo a causa degli incendi: debutta Sinner



by   |  LETTURE 2869

Il Challenger di Canberra si sposta a Bendigo a causa degli incendi: debutta Sinner

Dopo che si era vociferato anche di un possibile annullamento del torneo, il Challenger di Canberra cambia sede. Gli organizzatori del torneo, a causa degli incendi che stanno inquinando il paese, sono stati costretti a trasferirsi a Bendigo, cittadina di 77 Mila abitanti situata nello stato di Victoria ed a ben 620 chilometri dalla sede iniziale del torneo.

Le condizioni metereologiche in Australia stanno preoccupando l'intero paese e la città di Canberra è risultata in questi giorni come la città più inquinata del mondo superando metropoli del calibro di Pechino e Nuova Delhi.

In questo torneo ci sarà, a meno di clamorose sorprese, il giovane talento azzurro Yannik Sinner, che, probabilmente disputerà l'ultimo torneo Challenger prima di approdare definitivamente nel circuito Atp.

Il torneo avrà il via Lunedì 6 Gennaio. Dopo questo Challenger, l'ultimo vincitore delle NextGen Finals di Milano parteciperà all'Australian Open dove per la prima volta in carriera sarà direttamente nel tabellone iniziale.

Il 2019 è stato l'anno dell'ascesa di Sinner che è entrato nella Top 100, ha vinto le NextGen Finals e tre Challenger. Ora è pronto ad entrare definitivamente nel circuito Atp e provare a crescere sempre di più nel panorama tennistico internazionale.

Nel corso di una recente intervista il coach di Sinner, Riccardo Piatti, ha spiegato di aver scelto questo Challenger per iniziare la stagione per abituare il suo allievo al clima australiano, un clima sinora sconosciuto al giovane ragazzo.