Tennis World Italia
Tennis World
Rivista Tennis World
TENNIS CHALLENGER

CHALLENGER BRESCIA - Fonio eroe di giornata, ok Seppi

-  Letture: 697
by Simone Brugnoli

Pochissime luci per i colori azzurri di scena nella seconda giornata del Challenger di Brescia, prestigiosissimo appuntamento autunnale sul cemento indoor che assegna punti davvero importanti in ottica ranking mondiale al fine di presentarsi nella migliore condizione possibile quando scatterà la stagione 2018.

Tra le note liete una menzione particolare va certamente riservata al lucky loser di casa Giovanni Fonio, attuale numero 868 delle classifiche mondiali, capace di cogliere oggi la sua prima vittoria in assoluto nel main draw di un torneo Challenger sconfiggendo il più quotato connazionale Lorenzo Sonego grazie allo score conclusivo di 7-6(9) 2-6 6-3 in quasi due ore e di battaglia.

Prestazione assai coraggiosa quella messa in mostra dal 19enne di Novara, abile ad approfittare della giornata piuttosto negativa del giocatore torinese incappato in una miriade di errori gratuiti e condizionato a livello psicologico dai tre set point non sfruttati nella frazione inaugurale rivelatasi decisiva. Agli ottavi troverà ora il vincente della sfida tra il qualificato Klein e il quarto favorito del seeding Lacko.

Bene anche Andreas Seppi accreditato della terza testa di serie, giustiziere del non irresistibile ucraino Uzhylovsky con il punteggio di 7-5 6-4 dopo un’ora e dieci minuti di tennis ben poco scintillante ma alla fine concreto sotto il profilo del risultato.

Il veterano altoatesino ha fatto fatica soprattutto nel parziale di apertura contraddistinto da troppi passaggi a vuoto, come testimonia il break di ritardo che ha costretto Andreas a cancellare anche un set point sul proprio servizio nel corso di un interminabile nono game.

Al prossimo round lo attende un altro avversario sulla carta abbordabile, ovvero il qualificato spagnolo Davidovich Fokina attuale numero 471 delle classifiche.

Fuori invece Andrea Arnaboldi estromesso al debutto per mano del temibile lituano Berankis, al termine di una contesa comunque ben giocata dal portacolori lombardo arresosi soltanto 3-6 6-2 6-2 praticamente allo scoccare dei 100 minuti di gioco.

A fare la differenza è stata la maggiore esperienza del settimo favorito del seeding nei momenti cruciali, unito ad un vertiginoso calo da parte del beniamino del pubblico protagonista di un’annata a dir poco dispendiosa sotto tutti i punti di vista.

Semaforo rosso infine per i giovani Andrea Pellegrino e Andrea Basso, i cui sogni di gloria si sono infranti al cospetto di rivale decisamente più solidi nell’arco della partita.

Il nativo di Bisceglie ha infatti ceduto il passo all’estone Zopp con il risultato di 7-6(4) 6-2 conservando qualche rimpianto per un break non sfruttato nel primo set, mentre il connazionale ha subito un punteggio quasi identico ad opera del bosniaco Basic impostosi alla fine 7-6(1) 6-4.

In campo femminile, debutto amaro quello di Sara Errani nel WTA di Taipei (Taiwan, cemento indoor), dove la guerriera romagnola ha ceduto il passo dinnanzi all’australiana Cabrera per 3-6 7-5 6-2 in oltre due ore di maratona appassionante.

Chissà che le ultime notizie relative alla vicenda doping non le abbiano tolto un pizzico di concentrazione, auspicando che la questione possa risolversi nel migliore dei modi per il bene di tutto il movimento nostrano.

 

Powered by: World(129)