Tennis World Italia
Tennis World
Rivista Tennis World
TENNIS CHALLENGER

CHALLENGER ORTISEI - Seppi fa suo il derby con Caruso, ko Arnaboldi

-  Letture: 340
by Simone Brugnoli

Si allinea finalmente ai quarti di finale il tabellone del prestigioso Challenger di Ortisei, in corso di svolgimento questa settimana sul cemento indoor del Tennis Club Val Gardena. Naturalmente gli occhi del pubblico sono tutti focalizzati sul beniamino Andreas Seppi, che qui è di casa e ricerca inoltre preziosi punti nel ranking mondiale in vista dell’ultimo scorcio della stagione.

L’altoatesino si è aggiudicato oggi il derby azzurro al cospetto del connazionale Salvatore Caruso in seguito ad una battaglia serrata fino all’ultimo punto, come testimonia lo score conclusivo di 6-7(6) 6-4 6-4 in due ore e venticinque minuti.

La maggiore esperienza del terzo favorito del seeding alla fine ha giocato un ruolo cruciale nell’economia del match, contribuendo dunque a ribaltare la situazione proprio quando sembrava che il nativo di Avola avesse in mano l’inerzia.

Nella frazione inaugurale l’allievo di Paolo Cannova non riesce a sfruttare un break di vantaggio e consente al rivale di impattare nel punteggio in extremis sul 5-5, preludio ad un epilogo piuttosto fisiologico al jeu decisif.

In questa circostanza, Caruso è stato molto abile a non distrarsi gestendo anzi nel migliore dei modi la pressione, tanto da aggiudicarsi meritatamente il tiebreak grazie ad un unico minibreak infilato nel tredicesimo punto.

Il secondo parziale ha invece visto l’inevitabile reazione del veterano di Bolzano, abile a sfruttare il primo vero passaggio a vuoto dell’avversario al fine di scavare il solco cruciale, senza che il tentativo di rimonta abbozzato da Salvatore abbia prodotto gli effetti sperati. L’ennesimo turno di servizio mantenuto in modo autoritario da Seppi ha infatti prolungato le ostilità al terzo set.

Contrariamente alle aspettative, il numero 180 ha provato dapprima la fuga, involandosi addirittura sul 3-0 tra lo stupore del folto pubblico assiepato sugli spalti. Qualche indecisione di troppo alla battuta ha tuttavia permesso ad Andreas di riportarsi sotto, per poi sfruttare il contraccolpo psicologico dello sfidante issandosi in men che non si dica sul 4-3 in suo favore.

L’ultima sezione di gara si è trasformata in una girandola di emozioni priva di un reale secondo logico, perfettamente esemplificata dai tre break negli ultimi quattro giochi. Ad attendere domani Seppi ci sarà un altro derby a tinte tricolori, stavolta contro Matteo Donati. Riflettori puntati anche su Lorenzo Sonego opposto al temibile tedesco Otte.

Nulla da fare invece per Andrea Arnaboldi impegnato in apertura di programma, lui che era entrato nel main draw grazie ad una wild card dopo aver perso nel turno conclusivo del tabellone cadetto.

Il 28 milanese si è arreso nettamente all’ex campione di questo torneo Galovic con il risultato di 6-4 6-3 in appena 80 minuti, caratterizzati dal sostanziale dominio del portacolori croato che ha smarrito una sola volta il servizio in tutto l’incontro.

Powered by: World(129)