TENNIS CHALLENGER

CHALLENGER CALTANISSETTA - Avanzano Volandri, Brizzi, Vagnozzi, Naso e Viola

-  Letture: 2053

Un Volandri non del tutto convincente debutta vittoriosamente, ma lascia alcune perplessità riguardo le prospettive future di questo torneo. Il labronico, infatti, si è imposto in rimonta, ma c'è modo e modo di cedere un set ed il modo in cui Volandri l'ha fatto, per 6-1 nel primo parziale, non è certo un buon viatico, al cospetto di quello che è il numero 198 secondo le graduatorie Atp, il serbo Nikola Ciric.

In ogni caso, l'attuale numero 80 del mondo ha denotato spirito di reazione, riuscendo poi ad aggiudicarsi i restanti set, ristabilendo le gerarchie (1-6, 6-3, 6-1). Il match inizia come peggio non potrebbe per un Filippo Volandri svuotato da qualsivoglia carica agonistica.

Una mattanza, non ci sono altri termini per definire il trattamento riservato da Ciric a Volandri nel corso del primo set, con un 6-1 che la dice lunga sull'andamento di un primo parziale a senso unico. Volandri sa di dover completamente cambiare atteggiamento e “modus giocandi” se vuole entrare nel match.

E nelle prime fasi del secondo parziale riesce a trovare rimedio alle insormontabili difficoltà riscontrate nel primo set, alzando il ritmo e riducendo il numero di errori gratuiti. Il tennista labronico inizia la carburazione e si assicura un break di vantaggio nel corso del quarto game, grazie al quale passa a condurre 3-1.

Ritrovata sicurezza nei propri mezzi, un trasformato Volandri, si issa sul 5-1, frutto di un doppio break confezionato. Di fatto, almeno fino al 5-1 Volandri, il secondo set, ricalca l'andamento del primo, ma a parti invertite.

Solo che Nikola Ciric evita di incassare il 6-1 rimediato da Volandri nel primo set, recuperando uno dei due break di svantaggio, attenuando così il passivo. Lo svantaggio del serbo, infatti, è troppo ampio per porvi rimedio e Volandri riesce ad aggiudicarsi la frazione per 6-3, trascinando il match al set decisivo.Nel quale sulla scorta del secondo parziale, il livornese centra il break che lo spedisce avanti nel punteggio.

Nei game successivi, Volandri, prende il largo grazie ad un nuovo break di vantaggio che gli permette di concludere vittoriosamente il match d'esordio del torneo siciliano. (a cura di Alessandro Stoppani) Nel secondo derby di giornata a tinte tricolori, Stefano Galvani ha sconfitto Alessio Di Mauro con il punteggio di 7-6 6-1.

Il primo set si snoda all'insegna dell'equilibrio con i due che procedono appaiati nel punteggio sino al 6 pari. La conclusione del parziale d'apertura è pertanto affidata al tiebreak, nel quale Galvani spezza l'equilibrio in proprio favore con lo score di 9 a 7.

Un primo set protrattosi per ben 1 ora e 7 minuti di gioco. Da rilevare che sul 5-4 in proprio favore, Galvani, si è procurato un set point sul servizio Di Mauro, ma quest'ultimo lo ha prontamente sventato. Ben altra storia nel secondo parziale.

Dopo l'1-1 iniziale, Galvani approfitta di un calo sia fisico che psicologico di Di Mauro (abbandonato dal servizio, con il quale ottiene solo il 47% con la prima e appena il 27% con la seconda) ed infila una striscia di cinque giochi consecutivi.

In breve tempo il padovano si aggiudica il passaggio al secondo turno, dove affronterà il francese Eysseric. (a cura di Lorenzo Baletti) Supera il primo turno del torneo siciliano, Alberto Brizzi.

Il tennista di Breno si è imposto con notevole sofferenza sul qualificato Filippo Leonardi per 6-4 7-6. Nel secondo set, Leonardi è stato per due volte avanti di un break e poi sotto 5-4 ha annullato 3 matchpoint prima di crollare al tiebreak per 7 punti a 2.

Vagnozzi ha sprecato pochissime energie. Opposto alla testa di serie numero 5, Simon Greul, l'azzurro ha vinto per 6-2 6-1 in circa un'ora di gioco. Passa anche Gianluca Naso cge vince il derby contri Burzi per 6-4 6-4.

Nel primo set Naso era avanti 5-1 ma è riuscito a frenare l'emorragia appena in tempo! Ottimo l' esordio di Matteo Viola. L' azzurro ha piegato in 2 set la resistenza del francese Benoit Paire.

Matteo si è imposto con il punteggio di 6-0 7-6 (7-3) dopo un' ora e 13 minuti di gioco. Il match è stato dall' andamento particolare. Dopo un primo set dominato da Viola, l' eclettico Paire si porta prima sul 4-0, poi sul 5-2, spreca un paio di set point e si fa riprendere sul 5 pari.

Il tiebreak è stato a senso unico, con Viola bravo a portarsi subito 3-0 e ad amministrare il vantaggio. Matteo ora attende il vincente del derby tra Giorgini e Trevisan. (a cura di Simone Mori) In programma nella giornata di mercoledì la volata finale del derby Giorgini vs Trevisan, interrotto per pioggia nel bel mezzo di un equilibratissimo terzo set, e il test della verità per Volandri, opposto all'ostico rumeno Ungur.

(CLICCA QUI PER VISUALIZZARE IL PROGRAMMA COMPLETO) ATP CALTANISSETTA 1° TURNO
Eysseric - P.

Santos 6:2, 6:4
Brizzi - Leonardi 6:4, 7:6 (2)
Al. Bedene - Guez 6:3, 6:1
Vagnozzi - Greul 6:2, 6:1
Naso - Burzi 6:4, 6:4
Van Der Duim - Aldi 7:5, 6:0
Volandri - Ciric 1:6, 6:3, 6:1
Mat.

Viola - Paire 6:0, 7:6 (3)
Haider-Maurer - Dustov 6:3, 6:1
Galvani - Di Mauro 7:6 (7), 6:1
Giorgini - Trevisan 5:7, 6:2, 3:4 sospesa per pioggia
.