CHALLENGER TORINO - Cecchinato: ´Felice per il titolo, ma non penso alla classifica´



by   |  LETTURE 1308

CHALLENGER TORINO - Cecchinato: ´Felice per il titolo, ma non penso alla classifica´

Più facile del previsto. Marco Cecchinato ha chiuso come meglio non poteva una settimana perfetta. Ha impiegato due soli set per avere la meglio sul belga Kimmer Coppejeans nella finale del Challenger di Torino, torneo da 42.500 euro più ospitalità andato in scena sui campi del Monviso Sporting Club.

Il tennista di origine palermitana, allenato da Cristian Brandi, ha avuto la meglio per 6-2 6-3, dando la sensazione di avere sempre il controllo sulla partita, forse anche aiutato dalle quattro lunghe sfide che il rivale aveva dovuto affrontare nei turni precedenti, tutte vinte al terzo set.

"E' un punteggio che non fotografa pienamente i valori in campo – ha commentato il vincitore al termine della finale -. Kimmer è un avversario ostico e lo dimostrano i due titoli da lui vinti in stagione a livello Challenger.

Sul 4-0 del secondo set ho avuto un piccolo calo di tensione e lui è stato pronto a risalire prima sul 2-4 poi sul 3-5. Nel game decisivo ho giocato con coraggio e chiuso prima che il quadro si complicasse. Sono contento del titolo e del fatto di averlo raggiunto dopo due semifinali nell’ultimo mese"

"Punti importanti ma non penso alla classifica - ha aggiunto Cecchinato -.

Vorrebbe dire mettersi solo pressioni gratuite. Ora andrò a Roma per il Challenger al Garden e poi spero di entrare nelle qualificazioni degli Internazionali BNL d’Italia". Cecchinato, oggi numero 150 ATP e con un best ranking da 134 nel giugno dello scorso anno, è al secondo titolo di carriera a livello Challenger, dopo quello ottenuto a San Marino nel 2013.

Nulla ha potuto contro di lui l'interessante belga Coppejeans, uno che ha come obiettivo i Top 20 ATP: "Marco ha messo in mostra un gran tennis, dal primo all’ultimo quindici - ha commentato -. Per me è stata una bella settimana che non si è conclusa con il titolo ma sono felice per essere riuscito a superare diversi avversari quotati con grinta e determinazione"