Antepost Coppa Davis - Spagna grande favorita, ma l'Italia può far sognare


by   |  LETTURE 4079
Antepost Coppa Davis - Spagna grande favorita, ma l'Italia può far sognare

COPPA DAVIS

Prende ufficialmente il via la fase finale della Coppa Davis, ideata dal calciatore del Barcellona Gerard Piqué e finanziata dal gruppo Kosmos. Lo scenario è rappresentato dalla Caja Magica di Madrid, che ospita già un Masters 1000 sulla terra rossa, ma la superficie prescelta in questo caso è GreenSet, la stessa utilizzata alle ATP Finals di Londra e nei tornei di Basilea, Stoccolma e Parigi-Bercy. La squadra favorita per il successo finale, almeno secondo i bookmakers, è la Spagna padrona di casa (3.75, Bet365), grazie anche alla presenza del numero 1 del mondo Rafael Nadal. La formazione iberica potrà contare anche sull’apporto di Roberto Bautista-Agut, che ha espresso il suo giudizio sulla nuova manifestazione: “Sarebbe meglio se la Davis e l’ATP Cup unissero le loro forze. Stiamo parlando di due competizioni simili a distanza di circa un mese l’una dall’altra. Mi è stato detto che la superficie è un pochino più lenta di quanto non fosse lecito immaginare.” Alle spalle delle Furie Rosse si colloca la Francia (5.50), che precede l’Australia (8.00) e la Serbia (8.50) di Novak Djokovic. Il 16 volte campione Slam, reduce dalla delusione al Master, ha deciso di prendere parte all’evento per garantirsi la partecipazione alle Olimpiadi di Tokyo in programma nel 2020. Decisamente più staccate Russia (10.00) e Stati Uniti (11.00), con questi ultimi inseriti nello stesso girone dell’Italia (23.00). Il team capitanato da Corrado Barazzurri sembra un pochino sottovalutato alla vigilia, pur potendo contare su due ottimi singolaristi come Matteo Berrettini e Fabio Fognini. Lorenzo Sonego, Andreas Seppi e Simone Bolelli vanno a completare il quintetto, mentre bisognerà attendere ancora qualche tempo per la prima convocazione di Jannik Sinner. “Barazzutti mi ha chiesto se volevo esserci, ma abbiamo deciso di rinunciare. Quest’anno ho giocato moltissimo ed è meglio concentrarsi sulla preparazione in vista del 2020. In futuro mi piacerebbe giocare per l’Italia e vincere la Davis” – ha dichiarato il 18enne altoatesino impegnato ad Ortisei la settimana scorsa. Il primo avversario degli azzurri sarà il Canada (17.00) di Denis Shapovalov e Felix Auger-Aliassime, una selezione dotata di enorme talento che potrebbe far saltare il banco se dovesse superare la prima fase. Da non sottovalutare nemmeno la Gran Bretagna (15.00) – che potrà schierare Andy Murray – e la Croazia (17.00), anche se il forfait dell’ultimo minuto di Marin Cilic e l’abbandono del capitano Zeljko Krajan rischiano seriamente di aver minato la serenità all’interno del gruppo.