Atp Miami - Draw: Medvedev guida il seeding. Berrettini e Sinner nella parte bassa



by   |  LETTURE 1855

Atp Miami - Draw: Medvedev guida il seeding. Berrettini e Sinner nella parte bassa

Ultima tappa sul cemento nordamericano prima della lunga, lunghissima, trasferta europea sul rosso. Archiviato lo storico successo di Taylor Fritz a Indian Wells – e la fine della storica striscia vincente di Nadal, che si ferma quindi a quota venti – si vola a Miami, Florida.

Assente di lusso, proprio insieme al campionissimo spagnolo, ovviamente Novak Djokovic, che con le regole-vaccino non ha ottenuto ovviamente il lasciapassare per partecipare ai due ‘1000’ dopo gli Australian Open.

A guidare il seeding, anche se da numero due del mondo, toccherà ovviamente a Daniil Medvedev, reduce dal passo falso contro Gael Monfils in california. Sulla strada la potenziale sfida con con Andy Murray (chiamato ad abbattere la resistenza di Federico Delbonis al primo turno) in un quarto prevalentemente povero di troppi ostacoli.

Se non altro a bocce ferme. Ipotetico ottavo con Roberto Bautista Agut e ipotetico quarto con Hubert Hurkacz. Nel secondo spicchio di tabellone Stefanos Tsitsipas e Felix Auger Aliassime – agli estremi – con la pericolosissima presenza di Carlos Alcaraz nel mezzo.

Per la squadra azzurra Lorenzo Musetti, in rotta di collisione con Alexey Popirin e in linea del tutto teorica, al secondo turno, con Marin Cilic.

Parte bassa del tabellone: c'è tutta l'Italia

Decisamente più ricca la parte bassa del tabellone con quattro dei cinque italiani ai nastri di partenza quasi interamente raggruppati nel lato di Andrey Rublev, cinque del seeding alle spalle di Matteo Berrettini e in linea del tutto teorica in rotta di collisione con Nick Kyrgios, premiato dagli organizzatori con una wild card.

Presente Fabio Fognini, già sicuro di affrontare un qualificato al secondo turno, ma soprattutto Jannik Sinner. Più complicato il primo test per il numero nove del gruppo, con Maxime Cressy e Emiil Ruusuvuori pronti a contendersi un posto su uno dei campi principali.

Va decisamente meglio al numero uno azzurro, sorteggiato con uno tra Dusan Lajovic e Juan Cerundolo, potenzialmente Frances Tiafoe al terzo turno e uno tra Reilly Opelka e Gael Monfils ai piedi dei quarti di finale. Chiude il tabellone Alexander Zverev: al secondo turno non è da escludere la sfida con il redivivo Borna Coric, al rientro dopo più di dodici mesi.

Orbita nella stessa zona anche Lorenzo Sonego, che in linea del tutto teorica dovrebbe e potrebbe incontrare problemi (se non altro a livello di nomi) solamente al terzo turno con Diego Schwartzman.

Photo Credit: Getty Images