ROLAND GARROS

ROLAND GARROS - Starace, cuore e grinta non bastano. Vince Djokovic. Bene Seppi

-  Letture: 3161

[1] N Djokovic def. P Starace 7-6, 6-3, 6-1 Era un match dal pronostico chiuso, ma Potito Starace ha comunque onorato l'impegno sul campo, mettendo in mostra uno stato di forma e un gioco ottimi.

Davvero è un peccato veder uscire subito l'italiano per la sfortuna di essere finito immediatamente contro Novak Djokovic, perché la qualità del gioco di Potito avrebbe meritato sicuramente un risultato migliore in questo Roland Garros.

Il serbo si aggiudica comunque il passaggio al secondo turno per 7-6(3), 6-3, 6-1. Starace inizia il match senza alcun timore reverenziale e contro un Djokovic che sembra più lento del solito nei suoi movimenti.

L'italiano è molto intelligente nell'impostazione di gioco: dato che sugli scambi lunghi da fondocampo è quasi sempre il serbo a prevalere, Potito prova allora a togliere ritmo con slice e palle corte (alcune per altro ottimamente eseguite).

Fatta eccezione per una palla break a favore del numero 1 del mondo, fino al 6-5 il match scorre senza sussulti e con un servizio che per Starace si rivela più importante che mai. Molti dei punti, l'italiano li conquista infatti grazie a servizi che mettono costantemente in difficoltà Djokovic e, anche sui due set point del serbo, sono tre servizi vincenti a salvarlo dalla sconfitta.

Al tie-break prevale però l'esperienza e la concretezza del numero 1 del mondo, che a conti fatti porta a casa il set con 4 vincenti e 2 gratuiti dell'avversario. Nel secondo set le cose si fanno invece subito complicate per Starace, che deve annullare già al terzo gioco 5 break point, riuscendoci grazie al solito servizio, ma anche con un gioco caratterizzato da ottimi colpi e una buona profondità.

Potito non gioca affatto male, solo che da questo momento in poi è Djokovic a salire di livello e a diventare ingiocabile: una sola seconda di servizio, 92% di punti sulla prima, appena 2 errori gratuiti (contro gli 11 del primo set) e 16 vincenti di fatto annullano la buona qualità del gioco dell'italiano, che in questo set ottiene un solo punto sul servizio avversario.

Terzo set sulla scia del secondo, con Starace che cede subito due break. Nonostante qualche errore di troppo (saranno 30 in totale), Djokovic conserva ottime percentuali ed è bravo a controllare da qui in poi il match, chiudendolo alla prima occasione.

A Starace rimane l'onore per un match comunque combattuto e in cui in più momenti ha messo in difficoltà un numero uno del mondo sicuramente non impeccabile, a tratti nervoso e che forse si aspettava un esordio più agevole.

Ad ogni modo, prossimo avversario per Djokovic sarà lo sloveno Blaz Kavcic, che a sorpresa ha eliminato Lleyton Hewitt. A Seppi def. N Davydenko 6-3, 7-6(5), 7-5 Parte bene l'avventura di Andreas Seppi al Roland Garros.

Reduce dai quarti di finali di Roma, l'italiano non delude le aspettative e gioca con sicurezza e fiducia il match contro Nikolay Davydenko, sconfiggendolo in tre set per 6-3, 7-6(5), 7-5.

Davydenko è stato sempre sotto pressione nei propri turni di servizio, complice anche una prima davvero troppo debole, dalla quale ottiene appena il 36% di punti. Anche per Seppi la prima è fondamentale, sia perché molte volte riesce grazie ad essa a costruirsi il vincente (10 nel primo set), sia perché costringe spesso l'avversario all'errore (8 gratuiti nel primo parziale).

Lo dimostra il fatto che sul 2-0, Seppi subisce il controbreak mettendo in campo appena una prima di servizio. Questa però è l'unico istante di difficoltà per l'italiano nel set, bravo ad approfittare dei momenti di appannamento dell'avversario (conquista il nuovo break su 3 gratuiti di Davydenko) e a chiudere in fretta la pratica per 6-3.

Il secondo set sembra tutto in discesa per Seppi, che scappa subito avanti 3-0, mettendo a segno 8 vincenti nei primi 3 game e conquistando subito il break, grazie ad una prima di servizio di Davydenko da cui il russo ottiene di nuovo appena il 35% di punti.

L'italiano ha anche l'occasione di un secondo break consecutivo, ma non riesce ad issarsi sul 4-0 a causa di 4 gratuiti consecutivi che mantengono vivo Davydenko. Sul 5-2, il russo annulla un set point a Seppi ed è qui che l'italiano, perfetto fino a questo momento (92% di punti sulle prime e vincenti a raffica) si incarta e consente all'avversario di recuperare fino al 5-5.

A fare la differenza sono i tanti gratuiti che Andreas concede (nel primo set appena 3, qui 27) e che trascinano il match fino al tie-break, dove però fortunatamente Seppi ritrova colpi e servizio.

Terzo set molto equilibrato, con entrambi che mantengono i propri turni facilmente, traendo il massimo dalla prima (90% di punti Seppi, 91% Davydenko fino al 3-3). Nonostante ciò, è Seppi a dare la definitiva zampata sul 5-5, quando strappa il servizio a Davydenko per poi chiudere il match al game successivo.

Per Seppi davvero una prova convincente, giocata in attacco e in fiducia (ben 49 i vincenti totali per lui). Ora lo attende Mikhail Kukushkin per tentare l'assalto al terzo turno, traguardo raggiunto solo 3 volte negli slam e mai al Roland Garros.

RISULTATI Singles - First Round
[1] N Djokovic (SRB) d P Starace (ITA) 76(3) 63 61
[3] R Federer (SUI) d T Kamke (GER) 62 75 63
[7] T Berdych (CZE) d D Sela (ISR) 63 64 61
[10] J Isner (USA) d R Dutra Silva (BRA) 63 64 64
[11] G Simon (FRA) d R Harrison (USA) 63 57 64 61
F Serra (FRA) d [15] F Lopez (ESP) 50 ret.

(left oblique muscle)
[16] A Dolgopolov (UKR) vs S Stakhovsky (UKR) 76(4) 46 67(4) 63 interrotta per oscurità
[19] M Raonic (CAN) d R Ramirez Hidalgo (ESP) 64 62 62
[20] M Granollers (ESP) d J Sousa (POR) 62 36 63 64
[22] A Seppi (ITA)] d N Davydenko (RUS) 63 76(5) 75
D Goffin (BEL) d [23] R Stepanek (CZE) 62 46 26 64 62
[24] P Kohlschreiber (GER) d M Ebden (AUS) 64 64 76(4)
[25] B Tomic (AUS) d A Haider-Maurer (AUT) 76(5) 63 63
[28] V Troicki (SRB) d T Bellucci (BRA) 46 63 57 63 62
[31] K Anderson (RSA) vs R Machado (POR) 76(2) 67(6) 46 61 11-9 - Saved 4 MPs
L Kubot (POL) d K Beck (SVK) 75 62 75
M Llodra (FRA) d G Garcia-Lopez (ESP) 76(5) 62 36 63
A Clement (FRA) d A Bogomolov Jr.

(RUS) 62 36 46 76(2) 54 ret. (cramp)
P Mathieu (FRA) d B Phau (GER) 26 46 64 63 60
F Volandri (ITA) vs T Haas (GER) 36 60 46 24 interrotta per oscurità
A Ungur (ROU) d D Nalbandian (ARG) 63 57 64 75
B Baker (USA) d X Malisse (BEL) 63 76(1) 76(5)
B Kavcic (SLO) d L Hewitt (AUS) 76(2) 63 67(4) 63
L Mayer (ARG) d O Rochus (BEL) 63 64 26 64
M Jaziri (TUN) d P Petzschner (GER) 63 75 76(7)
S Giraldo (COL) d A Falla (COL) 57 62 64 76(4)
M Klizan (SVK) d F Dancevic (CAN) 40 ret.

(back)
J Levine (USA) d B Becker (GER) 75 62 64
M Kukushkin (KAZ) d E Gulbis (LAT) 64 76(4) 57 26 64
H Zeballos (ARG) d E Prodon (FRA) 67(8) 63 63 62 .