Roland Garros - Arnaldi si regala il terzo turno. Medvedev e Sabalenka in scioltezza

L'italiano, in un match pieno di sospensioni, si libera del francese Muller. Il russo concede un solo game in due set, poi Kecmanovic si ritira

by Luca Ferrante
SHARE
Roland Garros - Arnaldi si regala il terzo turno. Medvedev e Sabalenka in scioltezza
© Dan Istitene/Getty Images

Ha lottato, superato le difficoltà emerse durante il match e non si è fatto sorprendere dalle diverse interruzioni per pioggia, anzi le ha sfruttate per recuperare o chiudere un set. Matteo Arnaldi si è così regalato per la prima volta in carriera la qualificazione al terzo turno del Roland Garros, restando imbattuto negli scontri diretti con i tennisti francesi (8 successi su altrettanti confronti).

Dopo Arthur Fils, anche Alexandre Muller si è dovuto arrendere all'azzurro. Dal 5-3 di mercoledì, il sanremese è rientrato in campo concentrato e ha saputo conquistare il set per 6-4 grazie al successivo turno di servizio.

Il ligure ha mostrato una superiorità ancora più evidente negli scambi rispetto al giorno prima e il transalpino non è riuscito a trovare quella continuità necessaria in battuta: il 23enne ha spinto ed è stato premiato nel secondo parziale, ottenuto per 6-1.

Partenza da rivedere invece nel terzo set, con Muller (d'orgoglio e aiutato dal pubblico francese) abile a portarsi avanti 2-0 e ad avere una chance per salire a quota 3. A salvare Arnaldi è stata proprio la pioggia, che ha fermato la sfida per circa 30 minuti.

Al rientro Matteo ha ribaltato lo svantaggio, rientrando sul 2-2 e guadagnandosi un altro break. Decisivo poi il settimo game: l'italiano ha annullato ben sei palle del contro-break e si è portato sul 5-2. Qualche difficoltà nel chiudere la pratica ma alla fine Matteo si è imposto 6-3 in due ore e mezza effettive di gioco.

Daniil Medvedev, in formato deluxe al servizio, si è sbarazzato di Miomir Kecmanovic nel match di secondo turno disputato sul Suzanne-Lenglen. Il tennista russo ha concesso appena un game in due set al serbo, che è non affatto sembrato in buone condizioni fisiche e sul 6-1, 5-0 ha comunicato al giudice di sedia la sua volontà di ritirarsi.

La testa di serie numero 5 del tabellone ha dominato con l'87% di prime messe in campo, che gli ha permesso poi di vincere l'85% dei punti.

Anche Dimitrov e Sabalenka sul velluto

Un'altra partita che è andata in archivio in poco più di un'ora per Aryna Sabalenka sul Philippe-Chatrier.

La bielorussa, dopo i primi game in cui ha commesso parecchi errori (2-2), ha cominciato a giocare il suo tennis e a non lasciare praticamente scampo alla giapponese Moyuka Uchijima. La nativa di Minsk ha preso il largo nel set inaugurale fino al 6-2 e ha lasciato nuovamente due game all'avversaria nel secondo parziale, chiuso in 34 minuti.

Grigor Dimitrov, decimo del seeding, ha eliminato l'ostacolo ungherese Fabian Marozsan dalla competizione parigina. Il bulgaro è partito fortissimo e si è imposto nettamente nel primo set, rifilando un severo bagel al rivale.

Il 24enne di Budapest ha cercato di reagire, recuperando anche il break di svantaggio nel parziale successivo: ancora una volta, però, l'atleta 33enne è salito di livello e ha strappato addirittura a zero la battuta a Marozsan nell'ottavo gioco, chiudendo poi 6-3. Nel terzo set a Grigor è bastato un break per controllare il match e avanzare al round successivo (6-4).

Roland Garros
SHARE