Roland Garros - Vavassori e Zeppieri vincono due maratone. Subito out Medvedev

Il numero due del mondo, arrivato con buone premesse, esce sconfitto all'esordio all'Open di Francia. L'Italia vola con i due qualificati

by Martina Sessa
SHARE
Roland Garros - Vavassori e Zeppieri vincono due maratone. Subito out Medvedev

Stessa trama, stesso finale. L’Italia nel maschile ha deciso che il loro destino doveva essere scritto al quinto e decisivo set, in due match lottati e sofferti fino all’ultimo punto. Un match folle per Andrea Vavassori contro Miomir Kecmanovic.

L’azzurro non era al meglio sin dalle prime battute, ma, nonostante ciò, riesce a rimontare due set di svantaggio, annullando nel terzo quattro match point, tutte a favore del serbo nel tiebreak. Una sensazione che al numero 148 del mondo piace, perché in un quinto set fatto di stanchezza e di colpi di rara bellezza, ne annulla altri due, per portare così tutto al super tiebreak.

La parte decisiva segue la scia di quello che è stato soprattutto l’ultimo parziale: una lotta a chi riesce a essere più concentrato e più pulito dopo cinque ore di match, in un tiebreak che a sette non finisce per meriti e errori entrambi, a spuntarla è Vavassori, con il risultato finale di 5-7, 2-6, 7-6, 7-6, 7-6.

Giulio Zeppieri, invece, contro Alexander Bublik segue un andamento leggermente diverso dal suo connazionale, stravince il primo set con un bagel, ma si perde nelle fase successive del match. Quando il dritto riesce ad assisterlo, è difficile che l’azzurro perda il punto, mentre il rovescio rimane un punto debole.

Nel secondo e nel terzo parziale, però, sono le scelte del giocatore a non essere quelle giuste, a prendere la decisione sbagliata nei momenti più delicati. Arrivati a quinto set, Zeppieri è bravo a rimanere sempre aggrappato all’incontro, a rincorrere il kazako e soprattutto a chiudere il match prima che si giunga al tiebreak.

Prima vittoria in un torneo del Grande Slam per lui: vittoria con un 6-0, 4-6, 4-6, 6-3, 7-5.

Medvedev fuori, vincono Zverev e Ruud

La prima sorpresa di questo Roland Garros la regala in modo inaspettato Daniil Medvedev.

Il vincitore degli Internazionali d’Italia prosegue il suo rapporto complicato con la terra rossa ed esce sconfitto all’esordio per mano di Seyboth Wld: il brasiliano vince il match con il risultato di 7-6, 6-7, 2-6, 6-4.

Il turning point, quello iniziale, è nel secondo set, quando il numero 172 del mondo si ritrova con due set point, per mettere un piede e mezzo verso un secondo turno inpronosticabile. Il numero due del mondo, però, si aggrappa al suo gioco, che riesce ad essere costante solo per due parziale.

Nel quinto è un terno a lotto: lo vince chi ha più coraggio, ovvero il tennista brasiliano, che si regala anche lui la prima vittoria in uno Slam. Al suo primo match al Roland Garros dopo il brutto infortunio subito lo scorso anno nella semifinale contro Rafa Nadal, Alexander Zverev vince all’esordio, non senza faticare all'inizio.

Tre set e due tiebreak, il primo più complicato del secondo, per battere Harris con il risultato di 7-6, 7-6, 6-1. A Parigi è sempre più una certezza Casper Ruud. Ha faticato in questa stagione, anche sulla terra rossa, ma il suo percorso per difendere la finale persa lo scorso anno inizia bene: vittoria in tre set contro Elias Ymer nel derby scandinavo, con il risultato di 6-4, 6-3, 6-2 in poco più di due ore di gioco. Photo credits: Philippe Montigny/FFT

Roland Garros
SHARE