Rune critica Ruud: "Mi ha urlato in faccia. Cosa aspettava che mi inginocchiassi?"



by   |  LETTURE 7288

Rune critica Ruud: "Mi ha urlato in faccia. Cosa aspettava che mi inginocchiassi?"

E’ stato un quarto di finale di certo scintillante quello andato in scena ieri sera al Roland Garros tra Casper Ruud e Holger Rune dove ha visto trionfare il norvegese con il punteggio di 6-1, 4-6, 7-6, 6-3 in 3 ore e 18 minuti.

Durante il derby scandinavo ci sono stati diversi battibecchi con Ruud che aveva rimproverato Rune di voler controllare tutti i segni della palla. La risposta del norvegese è stata piuttosto accesa chiedendogli di starsi zitto e di non parlargli.

Al termine della gara, nel saluto finale, si notava la tensione che c’era tra i due tennisti sfociata poi negli spogliatoi
"Una volta nello spogliatoio, il suo staff è venuto a salutarmi e a congratularsi per la partita, sono stati molto gentili.

Ma all'improvviso mi ritrovo Casper che mi viene incontro e mi urla in faccia, come a festeggiare. Gli dico cosa diavolo stesse facendo. Poteva festeggiare e urlare in campo, ma urlare in faccia a me è stato irrispettoso.

È stato molto antisportivo per tutta la partita, per questo non ho voluto abbracciarlo o parlargli alla fine", ha dichiarato Rune Il giovane tennista 18enne ha poi continuato la sua intervista
"Ho detto più volte che lo ammiro molto come giocatore e ho grande rispetto per lui, quindi non capisco il suo atteggiamento nei miei confronti.

Si aspetta forse che mi inginocchi davanti a lui. Il 99% dei giocatori del circuito mi rispetta, posso vivere senza che lui mi rispetti”.

Un Rune anche molto nervoso verso il suo angolo

Durante il match Rune aveva sorpreso tutti urlando verso il suo box con la madre che poi aveva abbandonato il campo
"Voglio molto bene a mia madre, non l'ho cacciata dall'arena.

Quando sono frustrato ho bisogno di essere lasciato, non posso ascoltare mia madre e il mio allenatore. Non cercavo specificamente che se ne andasse, anche nel match con Stefanos se n'è andata. Lei sa come darmi pace", ha concluso il danese.

Alcune leggende del tennis mondiale, come Mats Wilander o John McEnroe, hanno commentato che Holger Rune deve controllare il suo temperamento perché può giocare brutti scherzi. "È un grande giocatore, molto talentuoso, i suoi colpi sono potenti, ma troppo emotivi", ha dichiarato lo svedese.

"Deve incanalare meglio il suo carattere e la sua intensità, non deve lasciarsi dominare dalle emozioni, ma usarle per migliorare le sue prestazioni", ha invece detto McEnroe.