Bernard Giudicelli: "Il Roland Garros ha registrato il 50% in meno di fatturato"



by   |  LETTURE 1187

Bernard Giudicelli: "Il Roland Garros ha registrato il 50% in meno di fatturato"

Fare il punto su questo Roland Garros 2020 non sarà il massimo secondo quelle che sono le prime stime degli addetti ai lavori. Sebbene si sia voluto tutelare al massimo il rischio contagi e quindi evitare focolai, l'aspetto economico senza dubbio ne ha risentito.

"Abbiamo registrato il 50% in meno di fatturato" ha dichiarato senza girarci troppo attorno Bernard Giudicelli, direttore della federazione tennis francese. “Dobbiamo affrontare alcune sfide nei prossimi mesi nello stesso modo in cui abbiamo affrontato le sfide negli ultimi mesi.

Quindi dobbiamo andare avanti perché penso che ora dobbiamo spingere noi stessi in modo che il tennis possa essere giocato in tutto il mondo. A causa della nostra responsabilità in Francia, abbiamo deciso di giocare al Roland Garros con poco pubblico.

Giocheremo anche Bercy con questo format. Questo è il nostro futuro. Non possiamo vedere cosa succederà, diciamo, a gennaio e febbraio. Vedremo. Abbiamo diverse opzioni. Siamo professionisti"

“Capisco quanto sia stato difficile per i giocatori, per lo staff, accettare la decisione di applicare le regole sul distanziamento sociale.

Comunque, il nostro presidente ha detto che sarebbe stata guerra, quella contro il virus. Io non credo sia una guerra. Sono circostanze incredibili. Quando ero bambino ascoltavo i miei nonni parlare della guerra. Il problema che dovevano affrontare era la vita o la morte.

Ora non ci resta che affrontare un virus. Dobbiamo essere positivi. Dobbiamo essere ottimisti. È così che penso che dobbiamo affrontare il futuro. Non conosciamo il futuro. Noi non sappiamo. Ma siamo ottimisti e vogliamo che il tennis continui"

Giudicelli: "Fatturato del Roland Garros sceso del 50%"

Gustavo Kuerten, presente in conferenza stampa, ha ricevuto grandi parole da Giudicelli, ambasciatore per promuovere i tornei nei paesi sudamericani. “Il Roland Garros con te e con il Sud America non è solo una storia d'amore, perché realisticamente, anche se oggi in Francia il 70% dei campi è in terra battuta, in Argentina il 94% dei campi è in terra battuta.

Non è affatto sorprendente vedere una donna e un uomo in semifinale o vedere due juniores nei quarti di finale nati in Argentina, quindi vogliamo essere più connessi con te. Abbiamo bisogno di voi. Abbiamo bisogno di te perché sei il panorama tennistico del Sud America.

Dobbiamo proteggerti. Dobbiamo coinvolgerti. Abbiamo bisogno di ambasciatori sul campo in terra battuta in tutto il mondo "