Roland Garros, polizia francese indaga su un possibile match truccato: il video



by   |  LETTURE 17174

Roland Garros, polizia francese indaga su un possibile match truccato: il video

Potrebbe esserci un caso di match fixing al Roland Garros. Secondo quanto pubblicato dal sito tedesco Welt, la polizia francese sta indagando su un possibile match di tennis combinato giocato durante quest’ultima edizione del Major francese.

La partita in questione è quella di primo turno del torneo di doppio fra le rumene Andreea Mitu/Patricia Maria Tig e l'americana e la russa Madison Brengle/Yana Sizikova. Nello specifico, gli investigatori ritengono, grazie alle informazioni raccolte dalle società di scommesse, che ci sia stato un game del secondo set su cui si sono registrati flussi anomali di puntate.

Secondo le indagini, le puntante anomale si sarebbero concentrate sul quinto game del secondo set. In quell’occasione, al servizio c’era la russa Sizikova che si faceva brekkare con due doppi falli in poco tempo e sbagliando un paio di colpi.

Ulteriori accertamenti chiariranno se ed in che misura le tenniste in campo erano coinvolti nella presunta combine. La Tennis Integrity Unit (TIU), che si occupa dei casi di match fixing non ha voluto commentare le indiscrezioni pubblicate dal sito WELT.

La società Sportradar, che monitora il mercato delle scommesse per le associazioni tennistiche, in merito alle indagini in corso non ha voluto commentare neanche il caso.

Indagine su possibile match fixing al Roland Garros


Non è la prima volta che su una partita di tennis i bookmakers riscontrino flussi esagerati di puntate, spesso provenienti da siti asiatici in cui i massimali di vincita sono più alti.

In genere però questo tipo di situazioni si registrano maggiormente nei tornei minori. Sono infatti i Futures, in cui i controlli sono minori, a registrare il maggior numero di partite truccate e giocatori rei confessi di aver partecipato alla combine.

Ad oggi uno dei casi più eclatanti è stato quello dell’argentino Nicolas Kicker squalificato dalla TIU per aver truccato un match di un challenger in Colombia. La cosa che preoccupa di più è che in questo casa si tratta di un match di uno Slam, dove i controlli per prevenire questo tipo di reati dovrebbe ro essere massimi.