Il numero uno della federazione francese sicuro: "Il Roland Garros si disputerà"



by   |  LETTURE 1014

Il numero uno della federazione francese sicuro: "Il Roland Garros si disputerà"

Sarà un Roland Garros a porte chiuse o con pubblico ridotto?

In un oceano di incertezze, Bernard Giudicelli ha conservato una sana dose di ottimismo. Il numero uno della FTT ha fatto alcune confessioni a Gael Monfils in una diretta Twitch.

E nel corso della chiacchierata ha provato soprattutto a fare il punto della situazione in vista della ripresa del tennis. «Ti confermo che il Roland Garros si disputerà. E che lo organizzeremo in modo che tu possa vincerlo».

Insomma, nonostante le circostanze sappiamo che l'ipotesi porte-chiuse non solletica più di tanto gli organizzatori. «Ci adatteremo chiaramente alle disposizioni del governo francese, che prenderà la decisione definitiva, ma sono dell'idea che con l’allargamento degli spazi nell’impianto e la predisposizione delle misure di distanziamento e sicurezza il modo di consentire un afflusso controllato degli spettatori ci sia.

Un Roland Garros con publico ridotto, anche se la nostra priorità è ovviamente la salute» ha spiegato. Se le date venissero confermate, lo Slam parigino si disputerebbe dal 27 settembre all'11 ottobre.

A una settimana di distanza dalla data originariamente scelta e a due dall'appuntamento finale sul cemento di Flushing Meadows. Nel mezzo potrebbe ovviamente esserci spazio per un "combined" sulla terra. Stando alle indiscrezioni della rivista "L'Equipe" quello di Madrid potrebbe ritrovarsi in testa a discapito degli Internazionali BNL d'Italia.

Il motivo? Il grado del torneo femminile. Piuttosto autorevole anche il punto di vista di Rafael Nadal sulla questione. «Se le condizioni permetteranno ai giocatori di tutto il modo di competere in maniera sicura, sarò sicuramente lì».

Insomma, nonostante i dubbi sulle reali possibilità di svolgimento del torneo di Roma, forse si inizia a intravedere la luce in fondo al tunnel... Photo Credit: Getty Images