Andrea Bocelli si emoziona per Roger Federer: "È stato un grande privilegio"

Il tenore italiano racconta le sensazioni di aver avuto il campione svizzero sul suo palco durante il concerto di Zurigo

by Luca Ferrante
SHARE
Andrea Bocelli si emoziona per Roger Federer: "È stato un grande privilegio"
© Instagram Andrea Bocelli

Roger Federer ha preso parte recentemente al concerto di Andrea Bocelli all’Hallenstadion di Zurigo. Verso la fine dello spettacolo il tenore italiano, avvisato della presenza, ha invitato il campione svizzero sul palco dedicandogli "Nessun dorma", la famosissima aria tratta dall’opera “Turandot” di Giacomo Puccini.

La scena è diventata subito virale sui social: la voce ha infatti commosso il nativo di Basilea, che ha pianto davanti a tutti mostrando il suo lato più sensibile.

Bocelli, che elogio a Federer

Attraverso un messaggio su Instagram, Bocelli ha ringraziato Federer con delle parole stupende: "Un mito dentro e fuori dal campo.

Un maestro il cui controllo e destrezza ispirano meraviglia, sfidando ciò che è umanamente possibile, con una lealtà e una sensibilità che il mondo intravede sia nelle tante finali leggendarie che nelle tante imprese umanitarie che lo vedono trionfare regolarmente.

Quando immagino Roger Federer, lo immagino mentre offre una stretta di mano e un sorriso sincero al suo avversario dopo una partita. Questo gesto intenso e autentico rivela la grandezza di un eroe moderno, un fulgido esempio per tutti noi.

Io stesso ho avuto il privilegio di stringergli la mano sul palco di Zurigo. È stato un vero onore dedicargli la mia ultima canzone, uno degli inni di vittoria più famosi dell'opera. È stato un onore ancora più grande potergli stare accanto e condividere l'intensa emozione del momento prima di liberare l'intensità con un abbraccio che porto nel cuore da quella sera" ha scritto, ricevendo tantissimi apprezzamenti e bellissimi commenti.

Roger Federer
SHARE