Novak Djokovic rivela un’importante lezione che ha imparato da Roger Federer

Il serbo ha parlato di una delle più importanti qualità di Federer

by Antonio Frappola
SHARE
Novak Djokovic rivela un’importante lezione che ha imparato da Roger Federer
© Julian Finney/Getty Images

Roger Federer, Novak Djokovic e Rafael Nadal non hanno mai sottovalutato o negato l’importanza delle rivalità vissute nel corso delle loro carriere. Gli incredibili duelli messi in scena nel circuito e offerti agli appassionati di tennis, infatti, hanno segnato la personalità e il cammino di ognuno di loro.

Il campione serbo, in particolare, ha spesso parlato delle lezioni che Federer e Nadal gli hanno insegnato lungo il tragitto e del valore assegnato a tali avvenimenti. Djokovic è sempre stato consapevole di dover alzare l’asticella partita dopo partita trovando nuove soluzioni e cercando di aggiungere qualcosa di nuovo al suo gioco.

Una mentalità che gli ha permesso di crescere costantemente e diventare il tennista in grado di vincere più Slam di tutti gli altri. Il belgradese ha conquistato il 24esimo Major agli US Open battendo in finale Daniil Medvedev.

Djokovic rivela un’importante lezione che ha imparato da Federer

Proprio a Flushing Meadows, durante un’intervista rilasciata a John McEnroe per ESPN, Djokovic ha spiegato: “Federer e Nadal hanno davvero plasmato la mia carriera.

Una cosa che ho imparato da Federer è come organizzare il mio calendario per raggiungere la mia migliore forma nei tornei del Grande Slam. È stato uno dei primi tennisti a portare la programmazione a un livello diverso.

Mi ha ispirato molto la sua programmazione: ho preso appunti parlandone con il mio team nel tempo. Ho osservato lui, la sua squadra e il suo calendario. Quindi devo ringraziarlo per questo. Non esiste un unico segreto” . McEnroe ha poi elogiato la risposta di Djokovic definendolo 'il colpo che lo differenzia dagli altri tennisti' .

“Ovviamente, a seconda della superficie di gioco cerco di cambiare la mia posizione” , ha detto Djokovic al riguardo. “Se devo evidenziare un aspetto a cui penso costantemente quando rispondo è lo split step.

Determina davvero il giusto tempo sulla palla e ti permette di anticipare il servizio dell’avversario. Ovviamente cerco di studiare i miei avversari prima di entrare in campo analizzando schemi e tattiche di gioco. Ma penso che sia innanzitutto una questione di tempismo.

A volte cerco di anticipare troppo il movimento e non colpisco bene la palla. Serve un equilibrio tra velocità e tempismo. Quando affronto i big servers, per esempio, mi piace fare un passo indietro” .

Novak Djokovic Roger Federer
SHARE