Gauff : "E' dura mantenere la calma in campo, a meno che tu non sia Federer"



by GENNARO DI GIOVANNI

Gauff : "E' dura mantenere la calma in campo, a meno che tu non sia Federer"

Ha appena 18 anni ma in campo sembra già una veterana. Stiamo parlando della talentuosissima Coco Gauff, già numero 6 al mondo e indicata da molti come una delle possibili future dominatrici del circuito Wta. Pochi sono i difetti che l’Americana ha mostrato in questa sua fin qui giovanissima carriera.

Uno di questi, sul quale lei stessa ha detto di dover migliorare è il non farsi sopraffare dalle emozioni, mantenendo la calma in campo: "Oh, sicuramente ho ancora tanto da imparare. Non sono ancora perfetta. Ci sono momenti in cui divento troppo frenetica.

Ma credo che stia migliorando su questo aspetto. Credo che almeno adesso, nelle ultime due partite, non si possa essere più calmi di così. E’ molto difficile andare in campo senza reagire. A meno che tu non sia come Roger Federer, è impossibile.

Gauff si ispira alla Swiatek e la Sabalenka "A volte mi capita di arrabbiarmi. È solo la mia personalità. Penso che non sia necessariamente la reazione, ma piuttosto la velocità con cui si riesce a ripartire da quella reazione", ha detto Gauff, secondo Sportskeeda.

Due sono le tenniste che la classe 2004 vede come muse ispiratrici, Iga Swiatek e Aryna Sabalenka. La prima, autentica dominatrice della scorsa stagione e del ranking Atp, nonostante abbia solo 21 anni, può vantare già 3 Slam in bacheca, la seconda ha iniziato la stagione alla grande, regalandosi il suo primo Major in carriera, l’Australian Open: “Ricordo che prima che Iga vincesse il Roland Garros, aveva perso un sacco di partite.

Lo stesso vale per Sabalenka. L'anno scorso, in quell'altalena di gennaio, non stava giocando al meglio. L'anno scorso ha comunque avuto un buon anno, anche se dice di non sentirsi in forma. È arrivata comunque tra le prime otto.

Ma come in queste esperienze, devo ricordare a me stessa che questa è la vita. Ci sono alti e bassi e devi solo aspettare il tuo momento e continuare a lavorare duramente per quel momento", ha concluso Gauff. Photo Credit: Getty Images