Hurkacz: "Ecco cosa prenderei di Roger Federer. E sul 2023..."



by   |  LETTURE 2693

Hurkacz: "Ecco cosa prenderei di Roger Federer. E sul 2023..."

Hubert Hurkacz, in una recente intervista concessa a Relevant Tennis, è tornato a parlare del match memorabile che lo vidi trionfare ai quarti di finale contro Roger Federer nell’edizione 2021 di Wimbledon che pose fine alla speranza dello svizzero di provare a conquistare il ventunesimo titolo della sua carriera.

Il polacco, in quel match, riuscì a battere in tre set Federer concludendo nel terzo con un 6-0 incredibile. "Ho sempre amato guardare Roger Federer giocare. È un giocatore e una persona incredibile. Se potessi prendere in prestito qualcosa dal suo gioco, sarebbe sicuramente il modo in cui si è impegnato nei suoi colpi, nel suo piano e nelle sue idee.

È stato qualcosa di veramente incredibile", ha detto Hurkacz che ha poi parlato della sua connazionale nonché numero uno del ranking mondiale Iga Swiatek "Iga sta facendo un lavoro incredibile e anche Magda (Linette n.d.r).

Credo che in Polonia ci siano molti appassionati di tennis. Ma ci sono ancora alcune cose da fare perché il tennis diventi più accessibile a tutti e questo sarà fantastico", ha continuato Hurkacz
"Per esempio, sarebbe bello vedere più tornei ATP e WTA di livello 250 in Polonia.

Questi eventi potrebbero anche includere attività per i bambini, in modo che possano incontrare i migliori giocatori per essere motivati e ispirati. Ci sono ancora alcune cose che si possono fare per migliorare il movimento tennistico polacco e renderlo migliore per i bambini e i giovani atleti.

A livello globale, spero che il tennis diventi un po' più accessibile e cresca nei prossimi due anni”.

Hurkacz vuol vincere qualcosa di importante

Il polacco traccia gli obiettivi per l’imminente nuovo anno "Il 2023 può essere una buona stagione per me.

Il mio obiettivo è continuare a migliorare e di conseguenza spero di riuscire a vincere qualche torneo importante. Oltre al tennis, il mio sogno più grande è quello di partecipare un giorno a qualche gara automobilistica.

E per quanto riguarda la vita fuori dal campo, voglio davvero essere in grado di aiutare gli altri in futuro", ha concluso l’attuale numero 10 del ranking mondiale.