Tiafoe: "Roger Federer come Micheal Jordan. Mentre Rafael Nadal e Novak Djokovic..."



by   |  LETTURE 2959

Tiafoe: "Roger Federer come Micheal Jordan. Mentre Rafael Nadal e Novak Djokovic..."

Frances Tiafoe non ha mai nascosto di essere un grande fan di Roger Federer. Il 24enne tennista americano quest’anno si è tolto la soddisfazione di battere Rafael Nadal agli ottavi di finale degli Us Open per poi arrendersi in semifinale contro il futuro vincitore Carlos Alcaraz dopo un gran match durato cinque set.

In questo 2022 lo statunitense è riuscito a raggiungere e migliorare il suo best ranking portandosi fino alla diciassettesima posizione al mondo. Tiafoe, in un’intervista, ha parlato di Roger Federer come del più grande di tutti i tempi paragonandolo a quello che è stato Michael Jordan per la pallacanestro.

In un’intervista durante un podcast del programma “The Old man and the Three Podcast” ha esternato le seguenti dichiarazioni: “Direi MJ. Pensi a MJ e pensi che quel "fratello" fosse pazzo e pensi a Federer...

tutto quello che hanno fatto, ti mette in soggezione ogni volta che li guardi". Alla domanda se il paragone con MJ23 (vincitore di sei anelli con i Chicago Bulls) significhi considerare Federer il più grande tennista di sempre, Tiafoe ha risposto senza dubbio: "Assolutamente sì.

Anche se Rafa (Nadal n.d.r) ha vinto più grandi slam". Infatti, il tennista maiorchino grazie ai successi negli ultimi due slam nel 2022 ha prima superato e poi si è portato a +2 dal suo eterno amico/rivale Roger Federer.

Francis Tiafoe parla anche di Rafael Nadal e Novak Djokovic

Tiafoe ha poi successivamente paragonato la mentalità di Rafael Nadal a quella di Giannis Antetokounmpo dei Milwaukee Bucks. "Direi Giannis, solo per il suo approccio al gioco e per l'impegno che mette ogni.

Rafael Nadal è un ragazzo simpaticissimo, ma appena scendiamo in campo si sente quell'aura e lo stesso vale per Giannis". Infine Tiafoe, che è un grande appassionato del basket, ha scelto anche un alter ego cestistico per Novak Djokovic, paragonandolo alla stella del Denver Nuggets ovvero il serbo Nikola Jokic che è l’MVP NBA in carica vincendo questo prestigioso premio per due stagioni consecutive "Lo guardi giocare (Jokic n.d.r) e ti piace, ma sei anche in soggezione per la sua grandezza.

Questo ragazzo è un fenomeno. Lo stesso vale per Novak. Non è il gioco più bello in assoluto, ma questi ragazzi riescono a farlo".