'Mi ha fatto vincere le Olimpiadi e la Davis': Wawrinka ringrazia Roger Federer



by   |  LETTURE 2041

'Mi ha fatto vincere le Olimpiadi e la Davis': Wawrinka ringrazia Roger Federer

Il ritiro di Roger Federer alla Laver Cup 2022 ha sancito la fine di un’epoca. Il Re ha deciso di appendere la racchetta al chiodo a 41 anni, essendosi reso conto di non poter più competere ai massimi livelli.

Lo svizzero ce l’ha messa tutta per regalarsi un ultimo giro di giostra nel 2023, ma le condizioni del suo ginocchio destro lo hanno indotto a dire basta dopo 24 anni di carriera. 20 Slam, 103 titoli ATP, 6 ATP Finals e 28 Masters 1000 sono soltanto alcuni dei numeri che hanno reso il Maestro uno dei più grandi atleti di sempre.

Rafael Nadal e Novak Djokovic gli hanno strappato diversi record negli ultimi due anni, ma nessuno potrà mai eguagliare l’impatto che ha avuto Federer su questo sport. Il 20 volte campione Slam ha ricevuto uno splendido tributo dopo aver giocato la sua ultima partita al fianco di Rafael Nadal alla O2 Arena di Londra.

Ospite nell’ultima edizione del talk show ‘En Aparté’, Stan Wawrinka ha parlato del suo rapporto con Federer.

Wawrinka ringrazia Re Roger

“Quando sono arrivato nel circuito, Roger Federer era già al vertice del tennis maschile.

L’ho visto fin da subito come un fratello maggiore. Ci siamo allenati spesso insieme e mi ha aiutato molto. Sono stato fortunato a poter trascorrere così tanto tempo con una leggenda del suo calibro” – ha dichiarato Wawrinka.

“Con il passare del tempo, il nostro legame si è rafforzato sempre di più e siamo diventati amici a tutti gli effetti. Non ho problemi ad ammettere che gli devo molto. Sono cresciuto e sono migliorato grazie a lui.

Non avrei mai vinto l’oro alle Olimpiadi e la Coppa Davis senza Roger. Sono due dei momenti più importanti della mia carriera” – ha aggiunto. Non è stato facile gestire la pressione per il tre volte campione Slam: “Essendo svizzero, erano inevitabili i paragoni con Federer.

Qualsiasi risultato avessi ottenuto, sarei comunque rimasto ad anni luce da Roger. Nessuno potrà mai eguagliare ciò che ha fatto lui, ma sono orgoglioso della mia carriera”. Photo credit: Getty Images