Tursunov mette in guardia Roger Federer, Rafael Nadal e Novak Djokovic



by   |  LETTURE 4662

Tursunov mette in guardia Roger Federer, Rafael Nadal e Novak Djokovic

Nonostante qualche intoppo, Rafael Nadal e Novak Djokovic si sono aggiudicati tre dei quattro Slam andati in scena nel 2022. Lo spagnolo ha conquistato gli Australian Open e il Roland Garros, dimostrando per l’ennesima volta di essere una leggenda vivente.

Dopo aver disputato appena sette tornei ufficiali l’anno scorso, il maiorchino è riuscito a tenere a bada il dolore al piede e ad issarsi a quota 22 Major. Il serbo, dal canto suo, ha pagato a carissimo prezzo la sua scelta di non vaccinarsi contro il Coronavirus.

Il 35enne di Belgrado ha dovuto saltare gli Australian Open e gli US Open, ma si è riscattato trionfando a Wimbledon per la quarta volta di fila (la settima in assoluto). Il 2022 verrà ricordato anche come l’anno del ritiro di Roger Federer.

Lo svizzero ha detto addio al tennis giocato alla Laver Cup, che si è svolta alla O2 Arena di Londra dal 23 al 25 settembre. Il 41enne di Basilea ha disputato il suo ultimo match al fianco di Nadal, per poi ricevere uno splendido tributo.

Nel corso di una recente intervista a Sportskeeda, Dimitri Tursunov ha affrontato la questione del GOAT.

Tursunov non si sbilancia sul GOAT

“Ad essere onesto, mi capita di leggere cosa dicono le persone riguardo a questo argomento.

Ognuno ha la propria opinione sul GOAT ed è giusto che sia così. Io non ho mai avuto questa voglia smisurata di decretare chi è il più grande di sempre, non mi interessa molto” – ha confidato Tursunov.

“Roger Federer è stato il primo a dominare il circuito per tutti i mesi dell’anno. Anche Pete Sampras era stato dominante a tratti, ma Roger ha portato il tennis ad un altro livello. Poi è arrivato Rafael Nadal, che ha agganciato Federer e lo ha superato issandosi a quota 22 Slam.

Ad un certo punto si è inserito Novak Djokovic, che è il più giovane dei tre e dista una sola lunghezza da Rafa nella classifica all-time dei Major. Magari un giorno arriverà qualcuno che batterà tutti i loro record” – ha aggiunto Dimitri. Photo credit: Getty Images