'Resterà un idolo per decenni': Novak Djokovic omaggia Roger Federer



by   |  LETTURE 1821

'Resterà un idolo per decenni': Novak Djokovic omaggia Roger Federer

Roger Federer ha salutato il tennis giocato il 23 settembre, disputando la sua ultima partita al fianco di Rafael Nadal alla Laver Cup. I due sono stati sconfitti dagli americani Frances Tiafoe e Jack Sock alla O2 Arena di Londra, ma il risultato non contava in quella che era a tutti gli effetti una serata storica.

Il fenomeno svizzero ha provato in tutti i modi a rimettersi in forma a 41 anni, ma le condizioni del suo ginocchio destro non gli hanno permesso di regalarsi un ultimo giro di giostra. L’ex numero 1 del mondo aveva provato un timido rientro l’anno scorso, giocando appena 13 match ufficiali e fermandosi nuovamente dopo Wimbledon.

Il 20 volte campione Slam non ha mai perso la speranza di tornare a giocare, almeno fino a quando non si è sottoposto ad una risonanza lo scorso luglio. Quell’esame ha confermato che non c’erano più progressi.

Attraverso una lettera pubblicata su Instagram il 15 settembre, il Re ha annunciato al mondo intero la sua decisione di appendere la racchetta al chiodo. In un’intervista rilasciata a Tennis Channel durante il Rolex Paris Masters, Novak Djokovic ha analizzato l’enorme impatto che ha avuto Federer su questo sport.

Djokovic rende omaggio a Federer

“Il suo impatto, la sua legacy e l’impronta che ha lasciato resteranno per sempre” – ha esordito Djokovic. “Nonostante si sia ritirato, Roger Federer continuerà ad essere un punto di riferimento per molti decenni.

Roger è l’idolo di tantissimi ragazzi, il che la dice lunga sulla sua grandezza” – ha aggiunto il serbo. In una recente intervista per il sito dell’ATP, Federer ha ammesso di essere rimasto colpito dai messaggi ricevuti nelle ultime settimane: “Sono state scritte tantissime cose su di me, sia come giocatore che come persona.

Sono felice che molte persone abbiano apprezzato il mio carattere, non me l’aspettavo. Pensavo che la gente si sarebbe soffermata quasi esclusivamente sui miei successi, sui miei titoli e sulle mie vittorie. I messaggi che ho ricevuto hanno superato di gran lunga le mie aspettative”. Photo credit: Getty Images