'Mi ha fatto emozionare': Yannick Noah toccato dal discorso di Roger Federer

Circa un mese fa, Roger Federer ha salutato il tennis giocato

by Simone Brugnoli
SHARE
'Mi ha fatto emozionare': Yannick Noah toccato dal discorso di Roger Federer

Circa un mese fa, Roger Federer ha salutato il tennis giocato. Il Re ha disputato il suo ultimo match alla Laver Cup insieme al suo rivale di sempre Rafael Nadal, per poi ricevere uno splendido tributo nel suggestivo scenario della O2 Arena di Londra.

Lo svizzero sperava di regalarsi un ultimo giro di giostra nel 2023, ma le precarie condizioni del suo ginocchio destro lo hanno convinto a dire basta. A luglio, il 41enne di Basilea si è sottoposto ad una risonanza che ha confermato i suoi timori.

Il 20 volte campione Slam aveva provato un timido rientro l’anno scorso, giocando appena 13 match ufficiali e fermandosi nuovamente dopo Wimbledon. La terza operazione al ginocchio non è bastata per allungare ulteriormente la sua leggendaria carriera, che si è conclusa in grande stile nell’esibizione da lui stesso fondata.

Nella lettera pubblicata su Instagram il 15 settembre, il Maestro ha assicurato che non si allontanerà dallo sport che gli ha dato tutto. In una lunga intervista rilasciata a ‘RMC’, il mitico Yannick Noah ha voluto salutare Federer a modo suo.

Noah saluta Federer

“Roger Federer è stato un fuoriclasse assoluto, ma non esiste il più grande di sempre” – ha esordito Noah senza giri di parole. “Non bisogna dimenticare che Rod Laver ha completato il Grande Slam per ben due volte, un’impresa che nessuno ha eguagliato in seguito.

Bjorn Borg ha vinto tutto e si è ritirato ad appena 26 anni, quindi avrebbe potuto giocare ad alti livelli per un altro decennio. Bjorn ha letteralmente sbaragliato la concorrenza, vincendo più volte Wimbledon e giocando da fondo campo su un’erba molto più rapida rispetto a quella di adesso.

Tornando a Roger, non c’è dubbio che abbia fatto la storia del tennis. Mi piaceva la sua grande umanità e le emozioni che trasmetteva sia dentro che fuori dal campo. Mi sono emozionato quando ha ringraziato sua moglie alla Laver Cup.

Non avrebbe mai avuto una carriera del genere senza una persona forte al suo fianco” – ha aggiunto Yannick. Photo credit: Getty Images

Roger Federer
SHARE