Daniil Medvedev ricorda le sue sfide contro Roger Federer

Il ritiro di Roger Federer ha fatto versare tante lacrime agli appassionati di tennis

by Simone Brugnoli
SHARE
Daniil Medvedev ricorda le sue sfide contro Roger Federer

Il ritiro di Roger Federer ha fatto versare tante lacrime agli appassionati di tennis. Si sapeva che l’addio del Re fosse vicino, ma era impossibile restare indifferenti dinnanzi alla fine di un’epoca. Gli ultimi due anni e mezzo erano stati un autentico calvario per lo svizzero, che non ha potuto giocare quanto avrebbe voluto a causa di un infortunio al ginocchio destro.

L’ex numero 1 del mondo aveva provato un timido rientro nel 2021, raccogliendo nove vittorie e quattro sconfitte. Il 20 volte campione Slam si era fermato nuovamente dopo Wimbledon, sottoponendosi alla terza operazione al ginocchio.

Il 41enne di Basilea ce l’ha messa tutta per tornare competitivo, ma il suo corpo non ha risposto in maniera adeguata. Quest’estate, il Maestro si è reso conto che era giunto il momento di appendere la racchetta al chiodo.

Roger ha disputato il suo ultimo match alla Laver Cup al fianco del suo rivale di sempre Rafael Nadal, regalando a tutti i suoi fan una serata da brividi. In una recente intervista, Daniil Medvedev ha ricordato le sue sfide contro Federer.

Re Roger si è ritirato alla Laver Cup

“Roger Federer è l’avversario contro cui ho fatto più fatica in assoluto. Il suo gioco era il più fastidioso per me” – ha confidato Medvedev.

“Inoltre, quando ci siamo affrontati, il mio livello non era certamente quello di adesso. Ho vinto il mio primo Slam e ho raggiunto la prima posizione del ranking ATP, sono un giocatore totalmente diverso” – ha aggiunto il russo.

In una lunga intervista a ‘Punto de Break’, Ivan Ljubicic ha spiegato perché il Re ha deciso di ritirarsi: “Per lui continuare significava vincere tornei, non qualche partita. Nel 2021 non è mai stato al 100%, c’era sempre qualcosa che non andava.

Ha vinto alcuni match perché è Roger, ma non era in forma. Il suo ginocchio non sopportava più certi sforzi. È come guidare un’automobile: dopo un tot numero di chilometri, arriva il momento in cui si ferma. Continuare a giocare come aveva fatto nel 2021 non era un’opzione per lui”. Photo credit: Getty Images

Daniil Medvedev Roger Federer
SHARE