'Non ci sarà mai nessuno come lui': Bouchard celebra Roger Federer



by SIMONE BRUGNOLI

'Non ci sarà mai nessuno come lui': Bouchard celebra Roger Federer

Dopo 24 anni di carriera, Roger Federer ha deciso di appendere la racchetta al chiodo il mese scorso. Il fuoriclasse svizzero si è reso conto di non poter più competere ai massimi livelli, complice un ginocchio destro che non sopportava più certi sforzi.

Il Re aveva provato un timido rientro nel 2021, raccogliendo nove vittorie e quattro sconfitte. L’ex numero 1 del mondo si era fermato nuovamente dopo Wimbledon (2021), nella speranza che l’ennesima operazione gli permettesse di regalarsi un ultimo giro di giostra.

Il 41enne di Basilea aveva promesso che avrebbe giocato qualche torneo nel 2023, ma la risonanza a cui si è sottoposto lo scorso luglio ha confermato che non c’erano più progressi. Attraverso una lettera pubblicata su Instagram, il Maestro ha comunicato la sua decisione di smettere.

La sua ultima recita alla Laver Cup è stata davvero struggente, con il suo grande amico e rivale Nadal che non è riuscito a trattenere le lacrime. In conferenza stampa durante il torneo di Guadalajara, Eugenie Bouchard ha voluto rendere omaggio a Roger.

Bouchard omaggia Re Roger

“Ho sempre adorato Roger Federer. La sua classe e la sua eleganza erano davvero uniche. Non ci sarà mai nessuno come lui” – ha affermato la Bouchard. “Se ci sono ragazzi o ragazze che si ispirano a me, è un vero onore.

Ricordo che da bambina guardavo i miei idoli in TV e volevo i loro autografi. Essere quella persona per qualcun altro è un onore. Apprezzo molto il supporto della gente. Spero di poter ispirare le persone sia dentro che fuori dal campo” – ha aggiunto Eugenie.

In una recente intervista a ‘SportCenter’, David Nalbandian ha commentato il ritiro del Maestro: “L’annuncio del suo addio non mi ha sorpreso per niente. Ha avuto molti problemi negli ultimi anni e il suo ginocchio non ce la faceva più.

Non è mai bello quando un atleta è costretto a smettere per via degli infortuni. Tutti quanti avremmo voluto che Roger giocasse per sempre, ma il suo ritiro era inevitabile”. Photo credit: Twitter ATP

Roger Federer