Ivan Ljubicic spiega com'è stato allenare Roger Federer

L’ultima recita di Roger Federer alla Laver Cup ha fatto scendere una miriade di lacrime sul viso di tutti gli appassionati di tennis

by Simone Brugnoli
SHARE
Ivan Ljubicic spiega com'è stato allenare Roger Federer

L’ultima recita di Roger Federer alla Laver Cup ha fatto scendere una miriade di lacrime sul viso di tutti gli appassionati di tennis. Si è conclusa un’era. Dopo 24 anni di carriera, lo svizzero ha deciso di appendere la racchetta al chiodo e di iniziare un nuovo capitolo della sua vita.

Le avvisaglie che il ritiro del Maestro fosse imminente c’erano tutte, ma il suo annuncio ha avuto comunque un impatto fortissimo. L’infortunio al ginocchio destro gli ha impedito di giocare come e quanto avrebbe desiderato negli ultimi due anni e mezzo, costringendolo a sottoporsi a ben tre operazioni.

I fan speravano che il Re riuscisse a regalarsi un ultimo giro di giostra nel 2023, ma non è stato possibile. La risonanza a cui si è sottoposto Roger lo scorso luglio ha confermato che non c’erano più progressi.

Nel giro di pochi giorni, il 20 volte campione Slam ha capito che era finita e ha iniziato a pensare a come annunciarlo. Ospite nell’ultima edizione di ‘The Tennis Podcast’, Ivan Ljubicic ha spiegato com’è stato allenare Federer.

Si è conclusa un'era

“A dire il vero, è stato incredibilmente facile” – ha risposto Ljubo senza alcuna esitazione. “Roger Federer è molto aperto al dialogo e ti permette di dirgli ciò che vuoi.

Non vuole che tu dica ciò che credi lui voglia sentire, vuole sentire ciò che pensi veramente. Mi sono sempre sentito libero da questo punto di vista. È stata un’esperienza che non dimenticherò mai.

C’erano volte in cui non avevo nulla da dire perché era semplicemente perfetto. Ovviamente ci sono stati anche dei momenti difficili” – ha aggiunto. Ivan è tornato sulla decisione del Re di ritirarsi: “Quando si è operato al ginocchio per la terza volta, sapevamo che sarebbe stato un processo molto lungo e che non c’erano garanzie.

È stato difficile ammettere che non fosse possibile continuare, ma non voglio rattristare nessuno. Non posso parlare per lui, ma credo che sia pronto per quello che verrà dopo. Ho avuto la fortuna di ammirare da vicino uno dei più grandi atleti di sempre”. Photo credit: Twitter ATP

Roger Federer Laver Cup
SHARE