Real Madrid, Perez: "Roger Federer e Nadal sono l'esempio che la SuperLega funziona"



by   |  LETTURE 2918

Real Madrid, Perez: "Roger Federer e Nadal sono l'esempio che la SuperLega funziona"

Negli ultimi anni il mondo del tennis ha vissuto una vera e propria epopea d'oro. L'ultimo ventennio ha visto protagonisti i Big Three, tre fenomeni del tennis come Roger Federer, Novak Djokovic e Rafael Nadal. 63 titoli del Grande Slam insieme e un primo posto sempre appannaggio di queste tre stelle, probabilmente i migliori 3 atleti nella storia di questo sport.

Se per qualcuno il fatto di vedere solo tre tennisti dominare, sempre e comunque, nel mondo del tennis, potrebbe sembrare 'noioso', la realtà non è stata questa. Questi tre atleti hanno cambiato le dinamiche sportive del tennis e di tutto lo sport, un dato incontrovertibile.

Nelle ultime ore anche il mondo del calcio ha usato nuovamente i Big Three come metro di paragone per questo sport.

Le parole di Florentino Perez sui Big Three

Nel corso dell'assemblea dei soci del Real Madrid il patron del club spagnolo Florentino Perez ha chiarito ancora una volta il motivo per cui creare la SuperLega, competizione di élite tra i Top club europei.

Perez, insieme a Barcellona e Juventus in particolare, ha l'obiettivo di coltivare questa competizione elitaria tra i top club europei, un obiettivo nato qualche anno fa ma che finora non ha trovato l'accordo di tutti i club e che vedi i principali sostenitori della SuperLega in totale opposizione all'Uefa.

Nel corso del suo discorso Perez ha utilizzato come esempio i Big Three ed in particolare la rivalità tra Roger Federer e Rafael Nadal. Ecco le sue parole: "Il calcio sta chiaramente perdendo la battaglia globale contro gli altri sport e contro altre piattaforme.

Serve una gestione più chiara e professionale che si basi sulle idee del mondo attuale e non di quelle basate su componenti del secondo scorso" Poi Florentino ha usato appunto il mondo del tennis: "Federer e Nadal si sono sfidati ben 40 volte, Djokovic e Nadal addirittura per 59 volte, per voi è noioso? Questi match hanno potenziato molto il mondo del tennis ed ora questo è molto più forte.

Noi abbiamo affrontato il Liverpool per solo nove volte in 67 anni, perché dobbiamo privare i tifosi di questi match. Per noi è essenziale offrire partite della massima qualità ed interesse"