Sonego sul ritiro di Roger Federer: "É stato un momento molto emozionante per tutti"



by   |  LETTURE 1975

Sonego sul ritiro di Roger Federer: "É stato un momento molto emozionante per tutti"

Dopo aver conquistato il terzo titolo ATP in carriera a Metz, Lorenzo Sonego non è riuscito a superare l’ostacolo Holger Rune agli ottavi di finale del Sofia Open. Il tennista piemontese ha disputato un’ottima partita e ha ceduto solo nella parte finale dell’incontro, quando ha perso il servizio sul 3-4 nel terzo e decisivo set.

Durante la sua permanenza in Francia, che lo ha visto vincere con merito il Moselle Open, Sonego ha seguito l’ultima partita di Roger Federer alla Laver Cup. L’azzurro non ha mai nascosto la sua ammirazione nei confronti della leggenda svizzera e, in un’intervista rilasciata a La Repubblica, ha parlato proprio del ritiro di uno dei suoi più grandi idoli.

Sonego: "Roger è Roger. Il suo addio è stato emozionante"

“Sono cresciuto guardando i suoi match, è sempre stato il mio idolo sin da ragazzino, un esempio da seguire. Aver condiviso il campo con lui è sicuramente qualcosa che porterò nel cuore, tanto più in un posto come Wimbledon" , ha confessato Sonego.

"Roger è Roger, il suo addio al tennis è stato un momento molto emozionante per tutti. Big 3? Hanno segnato un'epoca, non c'è dubbio, se oggi attorno al nostro sport c'è tutta quest'attenzione lo dobbiamo a loro, ma fra le nuove generazioni gli ottimi giocatori non mancano, il tennis andrà avanti, le emozioni non mancheranno" .

Sonego si è infine soffermato sulla possibilità di far parte della squadra italiana di Coppa Davis in vista dei quarti di finale contro gli Stati Uniti. "Decide Volandri e io accetto ovviamente le scelte del capitano.

Che mi piaccia molto giocare per l'Italia è noto, indossare la maglia azzurra ti dà sempre una motivazione in più, poi c'è il fatto di condividere il torneo con la squadra, qualcosa che capita di rado in uno sport individuale come il tennis" . Photo Credit: Getty Images