Evert: “Nessuno è mai stato amato dai suoi colleghi come Roger Federer”



by   |  LETTURE 2365

Evert: “Nessuno è mai stato amato dai suoi colleghi come Roger Federer”

Si protrarranno per diverso tempo gli strascichi delle emozioni vissute in occasione della Laver Cup (conclusasi due giorni fa con la prima vittoria in assoluto del Team World), teatro dell’emozionante addio al tennis di Roger Federer.

Il super campione svizzero ha provato fino all’ultimo a rientrare nel circuito per chiudere in bellezza, alla sua maniera, ma i frequenti problemi al ginocchio lo hanno alla fine costretto a non andare oltre. E la competizione amichevole che contrappone tennisti europei e quelli del resto del mondo era, per Federer, lo scenario giusto per concludere la sua gloriosa carriera.

Tra i tanti personaggi illustri ─ tennisti ma non solo ─ che hanno voluto dedicare un pensiero al 20 volte campione Slam c’è stata anche Chris Evert. L’ex campionessa statunitense ─ 18 volte vincitrice di un Major ─ ha voluto omaggiare a modo suo “The Swiss Maestro”, come Federer viene soprannominato, ponendo luce sull’affetto e la stima di cui lo svizzero ha sempre goduto da parte dei suoi colleghi: “Nessun campione è mai stato amato dai suoi colleghi come Roger Federer”, ha scritto Evert su Twitter senza troppi giri di parole.

Nadal: “Sfide con Roger diverse dalle altre”

Gli ultimi giorni sono stati davvero importanti per Rafael Nadal.

Il tennista spagnolo ha partecipato alla Laver Cup 2022 in quel di Londra, evento che lo ha visto protagonista soprattutto per la vicinanza e per il match di addio del grande amico e rivale Roger Federer. I due, protagonisti della celebre “Fedal”, storica rivalità durata circa un ventennio, hanno giocato insieme nella ultima partita in assoluto dello svizzero (persa contro la coppia Sock-Tiafoe).

Oltre alle grandi emozioni, hanno impressionato le lacrime di Nadal per il ritiro del grande amico e collega, un episodio abbastanza raro nel mondo dello sport. Nel corso di una recente intervista, successiva alla Laver Cup ai microfoni di Onda Cero, il maiorchino è tornato sulla rivalità con Federer.

Ecco le sue parole: “Abbiamo avuto una rivalità sportiva molto importante negli anni, ma con il passare del tempo, soprattutto visto che siamo due persone con una certa affinità, è nata una grande amicizia.

Quando siamo invecchiati un po' abbiamo iniziato ad apprezzare ancora di più quello che stavamo vivendo. È ovvio che vuoi vincere e fare meglio dell'altro ma dopo abbiamo apprezzato quanto le nostre sfide fossero vissute in maniera diversa da tutto il resto.

Le sfide tra me e Roger erano diverse rispetto a quello che accade in ogni sfida. Ecco perché sono stati momenti speciali, abbiamo saputo vivere bene questa rivalità e capire che il rapporto personale tra noi era più importante di ogni altra cosa” .