"È stato un peccato": Ljubicic ricorda uno dei grandi traumi di Roger Federer



by   |  LETTURE 2938

"È stato un peccato": Ljubicic ricorda uno dei grandi traumi di Roger Federer

Il campione svizzero Roger Federer dirà oggi addio ufficialmente al mondo del tennis. Lo svizzero è stato uno dei protagonisti discussi dell'ultimo ventennio ed oggi saluterà tutti i suoi tifosi. Nel corso della sua carriera Federer ha vinto ben 20 Slam, ha raggiunto risultati straordinari ma ha subito anche durissime sconfitte, una tra l'altro che ricordano in tanti.

L'ultima sua debacle a Wimbledon, la finale del 2019 contro uno dei grandi rivali, il serbo Novak Djokovic, è ancora impressa nella mente di tanti fan e probabilmente anche di Roger. Federer disputò un grande match, fu in controllo per la maggior parte della gara, riuscì anche ad avere match point ma non li sfruttò ed alla fine fu Novak Djokovic a trionfare.

Quel match coincide per tanti come l'inizio della fine di Roger Federer.

Le parole di Ivan Ljubicic su Roger Federer

A margine della Laver Cup lo storico coach di Roger Federer, l'ex tennista croato Ivan Ljubicic, ha parlato così riguardo quella sfida.

Ecco le sue parole al quotidiano SportKlub: "La finale di Wimbledon 2019? Non è stata una tragedia di proporzioni epiche, ma è stato un vero peccato. Lui giocò alla grande, ero orgoglioso della sua sfida e fu davvero vicino.

Capita però che quando sei vicino, alcune partite le vinci ed altre le perdi" Ljubicic ha poi proseguito: "Siamo andati avanti, ma solo dopo abbiamo scoperto che quella sarebbe stata la sua ultima chance di vincere un torneo del Grande Slam.

Tutti noi credevamo che ci sarebbe stata un'altra possibilità. Roger ha dominato tutte le statistiche, vincendo più punti e avendo risultati migliori al servizio ma Novak è stato bravo in quell'occasione a restare attaccato al match, specialmente nei tie-break"

Tornando sulla Laver Cup Ljubicic ha continuato: "Fisicamente non conosciamo le sue condizioni ma nel doppio non conta molto. L'ho visto in allenamento ed è stato bravo. Sono sicuro in ogni caso che sarà un vero spettacolo"