Roger Federer-Alcaraz, passaggio di consegne invisibile. L'elogio dello svizzero



by   |  LETTURE 6788

Roger Federer-Alcaraz, passaggio di consegne invisibile. L'elogio dello svizzero

Roger Federer si è aperto e ha raccontato in una singola conferenza stampa i pensieri, le sensazioni, gli stati d'animo e tanto altro sull'ultimo anno che ha trascorso lontano dai campi da tennis. Lo svizzero ha espresso la propria opinione su diversi temi recentemente in primo piano e risposto alle tantissime curiosità sulla riabilitazione, sul futuro e su chi continuerà a competere nel circuito Atp.

In particolare, il 41enne ha voluto sottolineare alcuni aspetti relativi al nuovo numero uno Carlos Alcaraz: "Devo dire che è deludente non aver avuto modo di giocare contro di lui, è una super star. Ho potuto allenarmi a Wimbledon e devo dire che è stato molto emozionante, non ha sbagliato un solo colpo.

Quello che ha fatto agli Us Open è stato fantastico. Sarà una delle stelle del tennis, l'ho sempre detto. È stato bello sentire le sue parole. Gli sono grato e gli auguro il meglio per la sua carriera" ha commentato.

"Adesso tocca a loro"

"Penso di essere molto soddisfatto di quello che ho ottenuto, sono orgoglioso di quello che ho vinto. Dopo aver ottenuto il mio 15esimo Slam a Wimbledon, tutto il resto è stato un bonus.

Che Sampras fosse sugli spalti è stato molto speciale. Sono felice di essere riuscito a vincerne 20 e più di 100 titoli. Questo è tutto quello che posso dire" ha aggiunto a pochi giorni dalla sua ultima partita in Laver Cup prima del ritiro.

Re Roger vuole essere ricordato così: "Ho sempre notato la regolarità di Schumacher o Woods e sono felice di poter essere paragonato a loro. Non spetta a me decidere come essere ricordato. So che i tifosi mi hanno dato tutto quello che sono ma sono quelli che hanno sempre l'ultima parola.

Ho cercato di dare il meglio di me in ogni momento, essendo coerente e lottando fino a quando il mio corpo non mi ha impedito di continuare. Adesso tocca alle altre generazioni e loro sono le protagoniste. Continuerò a essere legato a questo mondo, in un modo o nell'altro" ha concluso.