"Il rischio era enorme": Roger Federer torna sui motivi che l'hanno portato al ritiro

Il campione svizzero rivela le sensazioni prima del ritiro: dai ricordi nostalgici alle ragioni dietro il ritiro

by Martina Sessa
SHARE
"Il rischio era enorme": Roger Federer torna sui motivi che l'hanno portato al ritiro

Roger Federer dirà addio al tennis questo weekend, nel palcoscenico di Londra: in Laver Cup, accompagnato dai tre rivali più importanti della sua carriera, disputerà l’ultimo match della sua carriera.

Match di doppio e non di singolare, come già anticipato dallo svizzero in una delle prime interviste dopo l’annuncio, dato che il fisico non sostiene più. In occasione di tale evento, molte sono le interviste che si sono susseguite: tra questa, c’è anche quella che il venti volte campione svizzero ha rilasciato alla BBC.

“In questo momento le sensazioni che sto provando sono tante, è tutto così agrodolce. – ha spiegato l’ex numero uno ai microfoni della testata inglese - Sono totalmente convinto di aver preso la miglior decisione per me stesso, il corpo mi ha mandato dei segnali molto chiari, ha fissato limiti che non posso superare.

D’altra parte, so che mi mancherà molto il circuito, così come il lavoro quotidiano che svolgevo per migliorare me stesso e per competere. Sono stato una delle persone più fortunate sulla Terra ad essere nata con il talento per giocare a tennis e ora non sarò un fantasma che scompare: voglio continuare ad essere legato a questo sport”.

Il ritiro e i sogni realizzati

"Quando ero bambino non avrei mai immaginato di raggiungere un tale successo. – ha proseguito il campione si Basilea - Quello che ho ottenuto ha superato ogni mia aspettativa: per il livello che ho espresso e per tutto il tempo in cui sono riuscito ad esprimerlo.

Il mio sogno era vincere Wimbledon una volta ed essere il numero 1 al mondo, con questo sarei stato felice. Realizzare tutto ciò che ho ottenuto è incredibile. Ho sempre cercato di essere me stesso, di essere autentico, e mi dà molta felicità ricevere così tanto riconoscimento, rispetto e amore ovunque io vada".

Come anticipato da lui stesso, in Laver Cup giocherà solamente un match di doppio, dato che il fisico non regge un singolare. Nell’intervista a BBC, infatti, Federer spiega ha cominciato a maturare il pensiero di un ritiro: "Quando ho giocato la partita di esibizione in Sud Africa con Rafa [Nadal] ero già molto preoccupato per il mio ginocchio.

Poi ho provato a tornare nel 2021, ma il rischio che correvo era enorme, non potevo continuare a giocare così. Il fisico manda segnali che bisogna ascoltare. Ci ho provato, ma negli ultimi mesi ho capito che fermarsi era l'unica opzione".

Roger Federer
SHARE